Governo, Partito Gay: “Cartabia ministra rischio per diritti Lgbt+”

Marta Cartabia
La Cartabia ha detto: 'Costituzione italiana protegge la famiglia, differenziandola da altre forme di convivenze e non permette il matrimonio omosessuale'"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La Cartabia ha affermato che si deve differenziare la famiglia da altre forme di convivenza e non permettere il matrimonio omosessuale. Sarà in grado di tutelarci?”. Lo domanda Fabrizio Marrazzo, portavoce Partito Gay per i diritti Lgbt+, Solidale, Ambientalista, Liberale.

Poi, attacca: “Purtroppo le sue dichiarazioni in tema di diritti delle persone lesbiche, gay e trans (Lgbt+), in particolare sul matrimonio omosessuale, non sono rassicuranti, pertanto riteniamo la sua nomina un rischio per i nostri diritti. Infatti la Cartabia ha affermato: ‘Costituzione italiana protegge la famiglia, differenziandola da altre forme di convivenze e non permette il matrimonio omosessuale’, frase inquietante, perché dare diritti ad altri non lede nessuna famiglia. Siamo sicuri che sarà in grado di tutelare i diritti della nostra comunità? Si parla di governo Ursula, ma Von Der Leyen è favorevole ai diritti delle famiglie Lgbt+, ci auguriamo che anche il governo Draghi lo sia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»