Nasce a Napoli l’associazione Amici di Emilio Fede

L’idea è di esponenti del mondo della società civile e del giornalismo per valorizzare l’esperienza, nazionale e internazionale, del direttore del Tg1, di Studio Aperto e del Tg4 che ha scelto Napoli come sua città adottiva
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’idea è di esponenti del mondo della società civile e del giornalismo per valorizzare l’esperienza, nazionale e internazionale, del direttore del Tg1, di Studio Aperto e del Tg4, che ha scelto Napoli come sua città adottiva, dove vive almeno 10 giorni al mese, circondato dall’affetto di colleghi, personaggi del mondo della cultura e dello sport. Nasce così l’associazione Amici di Emilio Fede.

“È il giusto omaggio a una personalità che ama da sempre Capri e Napoli. Dalla nostra città vogliamo partire per tramandare alle giovani generazioni la storia professionale di Emilio Fede, che proprio nel capoluogo partenopeo decise di mettere su famiglia dopo aver conosciuto Diana De Feo”, si legge in una nota.

Il presidente dell’associazione è il direttore del Roma, Antonio Sasso. Tra i componenti l’ex presidente del Calcio Napoli Corrado Ferlaino e Roberta Cassol, poi Antonino, Antonio e Silvio Della Notte, i medici Pippo Papaccioli e Michele Romano, i giornalisti Mimmo Falco, Gianfranco Coppola, Salvatore Caiazza, Francesco De Luca, Augusto Celetti e Paolo Ruscigno.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»