Roma, lo sciopero dei trasporti paralizza la città

ROMA – È iniziato alle 8.30 lo sciopero di 24 ore del trasporto pubblico nella capitale. Chiuse le Metro A e B/B1 mentre il servizio sulla linea C resta regolare.

La linea ferroviaria Roma-Lido è chiusa, mentre la Termini-Centocelle è attiva con possibili riduzioni di corse, così come la Roma-Civitacastellana-Viterbo. Su Bus e tram possibili riduzioni di corse.

In diverse zone della città è segnalato traffico. in forte aumento: da via della Pineta Sacchetti al tratto urbano della A24, dal Muro Torto a Via Angelo Emo, fino a Via Appia Antica, via Gallia e via Tuscolana. Durante la protesta dei lavoratori, i varchi Ztl del centro resteranno aperti.

Le Zone a traffico limitato diurne del Centro e di Trastevere sono state disattivate. Il transito è quindi consentito anche ai veicoli sprovvisti di permesso.

Lo sciopero, indetto da numerose sigle sindacali, è stato indetto “in assoluto dissenso nei confronti del Concordato e a conferma della tesi che con l’accordo sottoscritto da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa Cisal il 27 novembre 2017, si affossa ineluttabilmente e definitivamente l’ATAC in una crisi complessiva e irreversibile, a danno della vita lavorativa dei dipendenti”. Così Usb – Unione Sindacati di Base in una nota.

“La messa all’asta degli immobili di proprietà al miglior offerente- prosegue l’Usb- senza nemmeno modificarne la destinazione d’uso, non contribuirà al risanamento del debito e sarà una goccia nel mare, mentre l’inserimento delle 39 ore aumenterà lo stress psicofisico del personale operativo, aggravandone le già precarie condizioni lavorative e non servirà né al risanamento economico societario, né migliorerà l’efficienza del servizio”.

12 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»