Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cultura, a Roma l’Inps apre le porte di palazzo Wedekind ai dipendenti

Palazzo Wedekind
Un evento di vero e proprio welfare aziendale che l'Inps ha voluto donare con "generosità e orgoglio comunitario"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Questa mattina, in una Roma già avvolta da un’atmosfera natalizia, i dipendenti dell’INPS hanno potuto apprezzare la bellezza di Palazzo Wedekind, in piazza Colonna, e le opere d’arte delle collezioni dell’Istituto.

Vogliamo dare un riconoscimento ai dipendenti che hanno dato tanto, anche nel periodo di pandemia” ha detto all’agenzia Dire Diego De Felice, Direttore Patrimonio e Investimenti INPS. Un evento di vero e proprio welfare aziendale che l’Inps ha voluto donare con “generosità e orgoglio comunitario” ha sottolineato De Felice, che ha annunciato la volontà di altri eventi simili sul territorio. Si tratta di un’iniziativa voluta fortemente dal Presidente Pasquale Tridico e dai vertici dell’Inps “nata per valorizzare il patrimonio artistico dell’Istituto, che conta 9mila opere, affinché sia conosciuto e fruibile da tutti e su tutto il territorio” ha spiegato Virginia Fiore, dirigente dell’Area Investimenti Gestione Immobili Direzione Generale e Progetti Speciali.

La pinacoteca, che ha accolto centinaia di persone, organizzate a scaglioni orari e secondo le disposizioni Covid previste, si divide in “tre percorsi- ha detto ancora Fiore- il tema del lavoro, quello introspettivo e c’è infine quello legato all’ industrializzazione”. Per il futuro altre iniziative saranno in campo come quella di far conoscere la “collezione della famiglia Colonna Sciarra con pezzi del 600”. Un patrimonio che ha visto confluire nell’Istituto anche quello portato dagli enti previdenziali che sono stati assorbiti dall’INPS.

“Un’occasione da cogliere e da ripetere” ha commentato ai microfoni della Dire una dipendente in visita; entusiasmo e attenta partecipazione tra tutti i visitatori che sono stati accompagnati lungo il percorso da esperti e referenti della pinacoteca. Sono arrivati in visita anche gli ospiti della casa albergo per anziani dell’INPS di Monteporzio per i dipendenti pubblici. Paolo, uno di loro, pur essendo romano a Palazzo Wedekind non c’era mai stato e così raggiunto dall’invito ha subito accettato. “Me la sto gustando” ha dichiarato commentando la visita. Il senso dell’iniziativa è proprio quello di “riportare il patrimonio pubblico al pubblico”, come ha sottolineato il Capo Team della Valorizzazione del patrimonio, Sergio Sarrocco.
“Ho avuto ciò che ho donato” ha detto il direttore De Felice citando d’Annunzio, allo stesso modo con questo evento, ha detto: “Doniamo questo momento ai colleghi che ci hanno dato tanto, per creare uno spirito comunitario che è la nostra forza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»