Rifiuti, Zingaretti: “Non vogliamo commissariare Roma, seguire l’ordinanza”

Il presidente della regione Lazio: "Comune e Ama possono salvare Roma, noi daremo una mano"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Anche sui rifiuti bisogna fare squadra. Voglio sgomberare il campo da un equivoco: noi non vogliamo commissariare Roma e faremo di tutto per evitarlo. Ma per farlo bisogna risolvere il problema rifiuti e penso che Comune ed Ama abbiano la possibilità di farlo seguendo le indicazioni contenute nella nostra ordinanza, che non è un atto censorio, ma un’indicazione per evitare i rifiuti per le strade, davanti alle scuole e agli ospedali”. Cosi’ il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, parlando in occasione della tappa romana del roadshow ‘Innovation Days’.

“Quindi l’appello che faccio è di dare seguito a quella ordinanza che è finalizzata proprio a evitare sia l’emergenza sia il commissariamento- ha spiegato Zingaretti- La sindaca, che giustamente chiede più poteri per Roma, sarebbe strano che non utilizzasse quelli che ha. Comune e Ama possono salvare Roma, noi daremo una mano”.

Gli eventuali poteri sostitutivi della Regione non entreranno in vigore già da domani: “Stasera verificheremo quanti punti dell’ordinanza sono stati rispettati, ma non c’è nessun elemento automatico, né volontà di commissariare il comune. Non esistono meccanismi automatici- ha concluso Zingaretti- Verificheremo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»