Somalia, inaugurata la mostra su Mogadiscio prima della guerra

Una mostra dedicata all’evoluzione urbanistica di Mogadiscio, con la ricostruzione della città com’era prima della guerra civile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print




ROMA – Una mostra dedicata all’evoluzione urbanistica di Mogadiscio, con la ricostruzione della città com’era prima della guerra civile, è stata inaugurata nella capitale somala dal viceministro degli Esteri italiano Emanuela Del Re, dall’ambasciatore Carlo Campanile e dal sindaco locale Abdirahman Osman Yarisow.

Secondo fonti della ‘Dire’ a Mogadiscio, “la mostra è stata un grande successo di pubblico” e la speranza è che contribuisca a “sensibilizzare chiunque sia in grado di fare qualcosa per il patrimonio storico della città” dopo le devastazioni del conflitto cominciato nel 1991.

L’esposizione è stata organizzata dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics), rappresentata dal direttore della sede locale Guglielmo Giordano. A pannelli, testi e ricostruzioni hanno lavorato le curatrici Maria Spina e Gabriella Restaino con esperti sia somali che italiani. Tra questi il deputato Khalid Maou Abdulkadir, l’ingegnere Nuredin Hagi Scikei e i professori Lucio Carbonara, della ‘Sapienza’ di Roma, e Piergiorgio Massaretti, dell’Università di Bologna.
Tutti i pannelli sono stati tradotti in somalo per coinvolgere il più possibile il pubblico e i giovani locali.
L’inaugurazione della mostra, intitolata ‘Mogadiscio e la sua evoluzione urbanistica: pagine di storia della città’, è stata uno degli appuntamenti conclusivi della visita di Del Re nel Corno d’Africa. A Mogadiscio, dopo le tappe in Etiopia ed Eritrea, il viceministro ha incontrato anche il presidente Mohammed Abdullahi, detto Farmajo. Un’occasione, questa, per annunciare nuove borse di studio per i giovani somali finanziate dall’Italia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»