Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Torna a casa Sebastiano Bianchi, il giocatore di basket scomparso domenica

sebastiano bianchi
Il 29enne del Legnano si è presentato a casa dei genitori, "psicologicamente disorientato e spaventato". La gioia del club: "Una delle vittorie più importanti di sempre"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(Foto Facebook Legnano Basket)

ROMA – Sebastiano Bianchi è tornato a casa. Sano e salvo, quando tutti temevano il contrario. Il cestista 29enne del Legnano (Serie B) scomparso domenica notte, si è presentato a casa dei genitori “psicologicamente disorientato e spaventato”. Lo ha fatto a quanto pare spontaneamente, dopo aver sentito anche l’appello della squadra a ‘Chi l’ha visto?’.

IL MISTERO DEL CELLULARE RESETTATO

I sommozzatori dei vigili del fuoco di Verbania lo avevano cercato per due giorni in fondo al Lago Maggiore, dopo il ritrovamento della sua auto abbandonata vicino alla riva, con gli effetti personali intatti. A casa era stato rinvenuto il cellulare ma completamente resettato. Inaspettato, è arrivato il lieto fine.

IL CLUB: “LA VITTORIA PIÙ BELLA”

“Nella nottata è arrivata la notizia più bella che speravamo di dare da ore: Sebastiano Bianchi è tornato a casa”. Anche il Legnano Basket comunica ufficialmente il lieto fine alla vicenda del cestista scomparso da giorni e che aveva lasciato con il fiato sospeso, facendo temere il peggio. “Siamo molto felici che si sia risolta al meglio questa circostanza che ha scosso tutto il nostro ambiente e quello del basket in generale“, scrive la società in un messaggio su Facebook, che termina così: “Oggi abbiamo ottenuto una delle vittorie più importanti di sempre”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»