A Bologna scatta il divieto di ogni manifestazione ed evento in centro

Il sindaco Virginio Merola annuncia ordinanza e vieta qualunque evento in tutti giorni della settimana
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – Stop a tutti gli eventi, per tutti i giorni della settimana, nel centro storico di Bologna. In attesa dell’ordinanza della Regione Emilia-Romagna, attesa a questo punto per domani, lo ha intanto deciso il sindaco Virginio Merola che sempre domani firmerà un proprio provvedimento restrittivo. Sarà varata un’ordinanza “a tutela della salute pubblica e contro gli assembramenti”, fa sapere l’amministrazione con una nota. Merola ha deciso di “vietare l’utilizzo delle piazze e delle strade del centro storico per ogni tipo di manifestazione, iniziativa ed evento, a tutela della salute pubblica con l’obiettivo di evitare assembramenti- scrive Palazzo D’Accursio- come previsto dal Dpcm in vigore”.

LEGGI ANCHE: A Roma stop assembramenti nel weekend: ‘moduli di contenimento’ in strade e piazze

STOP ANCHE AGLI ARTISTI DI STRADA

L’ordinanza sarà valida da domani, 12 novembre, fino a nuove disposizioni e sono comprese nel divieto anche le attività degli artisti di strada, già sospese dal Dpcm. “Il divieto di assembramento è una delle principali misure di contenimento del contagio, insieme all’obbligo di indossare la mascherina quando non si è isolati e al rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro”, sottolinea l’amministrazione, aggiungendo che “le strade e le piazze del centro storico di Bologna sono luoghi dove si possono creare situazioni di assembramento favorite da manifestazioni, iniziative ed eventi che attraggono ulteriore pubblico”.

LEGGI ANCHE: Covid, De Luca: “Sul lungomare di Napoli assembramenti vergognosi e insostenibili”

NEI PROSSIMI GIORNI MANIFESTAZIONI GIÀ ANNUNCIATE, DAI SINDACATI AI COLLETTIVI

Questo vuol dire che risulteranno vietate diverse manifestazioni già annunciate per i prossimi giorni: ad esempio i presidi convocati dai sindacati di base per venerdì in occasione degli scioperi che coinvolgeranno i dipendenti comunali, il personale dei servizi educativi e gli operatori sociali; la manifestazione delle Sardine per il compleanno del movimento prevista per sabato, al pari della nuova manifestazione dei collettivi annunciata per sabato 8dopo quella finita a scontri con la Polizia dello scorso weekend).

In attesa del nuovo provvedimento, il Comune specifica che rimangono in vigore inoltre le ordinanze che vietano l’accesso e lo stazionamento in piazza San Francesco (dalle 20 alle 6), piazza Verdi (dalle 18 alle 6); la parte di piazza Aldrovandi davanti ai civici 12 e 12/A-B-C (dalle 18 alle 6). “Superata nei fatti, invece- spiega Palazzo D’Accursio- l’ordinanza che chiudeva cinque parchi cittadini alle 22, visto che il Dpcm in vigore vieta ogni tipo di spostamento dalle 22 alle 5 del giorno successivo eccetto che per motivi di lavoro, necessità e salute”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Scontri a Bologna in pieno centro, vernice contro negozi in galleria Cavour: 2 fermi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»