Roma, il Tufello omaggia Gigi Proietti con un murale

Su un palazzo Ater. Valeriani: "Resterà per sempre dove ha vissuto"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Gigi Proietti su una intera facciata di una palazzina Ater in via Tonale, al Tufello, dove il celebre attore romano scomparso il 2 novembre ha vissuto una parte della sua vita. Adesso è realtà. Il mega murale di undici metri per quindici, realizzato dallo street artist Lucamaleonte, e’ stato svelato dai “genitori” dell’opera, la Regione Lazio, l’Ater Roma e’ la Fondazione Roma Cares, costola “sociale” della As Roma.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Roma saluta Proietti, il carro funebre attraversa la città. Poi l’ultimo abbraccio di piazza del Popolo

 VIDEO | Edoardo Leo saluta Gigi Proietti e cita il suo sonetto per Sordi: “Tu non sei soltanto un grande attore, sei tanto di più”

Il Globe Theatre di Roma sarà intitolato a Gigi Proietti

Già, perché Proietti non è stato solo uno straordinario uomo di spettacolo, musica e cultura, ma anche un tifoso romanista. Si spiegano così le fasce giallorosse sul colletto della camicia e sul cappello, che spiccano sul bianco dominante nel grande ritratto del ‘Maestro’, posto di trequarti a mezzo busto con la mano sinistra che poggia sulla guancia, mentre l’altra accompagna il suo famoso “sorriso magico”.
Un’opera realizzata in una settimana e che resterà per l’eternità, insieme ad altre che l’Ater Roma ha intenzione di realizzare nel quartiere, come ha spiegato il dg, Andrea Napoletano: “Qui c’e tutta Roma che rende omaggio a un grande attore che ci ha fatto sorridere e pensare. Non vogliamo solo mandare un messaggio attraverso un pensiero rappresentato su una parete ma anche realizzare investimenti concreti in questo quartiere. Gigi Proietti abitava a pochi metri da qua, al primo piano di una palazzina dell’Ater. Faremo tre milioni di investimenti regionali e tra una decina di giorni partiranno le gare”.

UNA RIQUALIFICAZIONE DEL TUFELLO NEL SEGNO DI GIGI PROIETTI

“Abbiamo voluto portare l’immagine di Gigi Proietti nel quartiere dove è vissuto e farlo rimanere nel tempo con una operazione di riqualificazione di un quartiere straordinario come è il Tufello”, ha detto l’assessore regionale alle Politiche Abitative, Massimiliano Valeriani. “Siamo molto contenti di tributare un omaggio improntante a uno dei romani più illustri degli ultimi decenni, amato da tutti e che ha rappresentato la dimensione più autentica di questa città. Se non vivessimo in questa fase complessa tutti noi gli avremmo tributato un saluto gigantesco”, ha aggiunto Valeriani che poi, senza mai citarla, si è tolto un sassolino dalla scarpa nei confronti dell’amministrazione di Roma Capitale. Infatti, ieri sul profilo Instagram del Comune è comparso un post celebrativo dell’opera senza mai menzionare la Regione Lazio, né l’Ater né Roma Cares.

“Siamo molto contenti che l’idea sia stata apprezzata da tutti, cittadini e istituzioni, qualcuno ha provato anche a rivendicarne la paternità ma l’iniziativa è della Regione Lazio, insieme all’Ater e all’As Roma e siamo molto contenti di essere noi genitori di questo intervento”, ha sottolineato Valeriani prima di lodare l’amministratore delegato della Roma, Guido Fienga: “È stato convinto in un nano secondo della richiesta che abbiamo fatto, perchè Proietti era un grande romano ma anche un grande appassionato della Roma”.

“Siamo doppiamente contenti di questa iniziativa: per avere reso omaggio a uno dei nostri tifosi più illustri e per renderne un altro a uno dei quartieri più romanisti che c’è in questa città- ha detto Fienga- Gigi Proietti è una di quelle poche persone che tutti sentono come un proprio parente, esattamente come in un rapporto simbiotico che lui ha e che la nostra città ha con la nostra squadra. Ce ne rendiamo conto e cerchiamo di interpretarlo cercando di essere sempre più vicini alla città e ai tifosi con iniziative come questa”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»