Zuccatelli rientra in Calabria, la Regione si ribella: il 19 novembre sit-in dei sindaci a Roma

Al termine di un question time in aula alla Camera, il gruppo di Fi ha chiesto la revoca immediata del neo-commissario alla sanità
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – È rientrato in Calabria Giuseppe Zuccatelli, il commissario designato dal governo per il piano di rientro dal deficit sanitario regionale. Al suo arrivo alla stazione ferroviaria di Lamezia Terme (Catanzaro) Zuccatelli, reduce da un periodo di convalescenza a Cesena dopo essere risultato positivo al Covid, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. In Regione c’è attesa per le ulteriori scelte da parte del governo, che sta valutando di affiancarlo con un’altra figura, si parla del medico Gino Strada fondatore di Emergency. Zuccatelli al momento è anche commissario governativo delle aziende ospedaliere di Catanzaro.

LEGGI ANCHE:

LA REGIONE SI RIBELLA A ZUCCATELLI, PROTESTA SINDACI A PALAZZO CHIGI

Si ritroveranno giovedì 19 novembre a Roma davanti piazza Chigi i sindaci calabresi, per un sit-in promosso da Anci, sulla gestione della sanità calabrese. Alla manifestazione hanno aderito, tra gli altri, i sindaci quattro capoluoghi di provincia, Sergio Abramo (Catanzaro), Mario Occhiuto (Cosenza), Vincenzo Voce (Crotone), Maria Limardo (Vibo Valentia) e il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà. A Roma i primi cittadini calabresi porteranno all’attenzione del governo un documento elaborato da Anci con tutte le questioni aperte relative alle numerose emergenze in campo sanitario: commissariamenti, covid, carenze personale, strutture ospedaliere e territoriali. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»