Giornale radio sociale, edizione dell’11 novembre 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale su www.giornaleradiosociale.it
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ECONOMIA –Brutti dati. Dopo un periodo di ripresa, a settembre tornano a calare le curve che descrivono le attività produttive del nostro Paese.

Torna a scendere la produzione industriale che, dopo quattro mesi di recupero, segna a settembre un tonfo del 5,6% rispetto ad agosto e del 5,1% rispetto ad un anno prima. Lo rende noto l’Istat. Nonostante il calo di settembre il trimestre iniziato a luglio mantiene un forte segno positivo (+28,6%) rispetto al precedente trimestre caratterizzato dal lockdown covid. Le attività industriali che ne hanno risentito di più sono tessile, abbigliamento e accessori. Col segno positivo invece quelle estrattive e la fornitura di energia.

 

DIRITTI – L’alleato del virus. L’ultima conferma è arrivata ieri: la Corte di giustizia europea ha stabilito che, tra il 2008 e il 2017, l’Italia ha violato in maniera sistematica e continuativa i valori limite sull’inquinamento dell’aria e non ha adottato misure adeguate alla riduzione delle polveri sottili. Polveri che nel nostro Paese costano la vita ad almeno 60 mila persone ogni anno. Ma la notizia ha anche un altro risvolto: è l’ennesima prova che esiste una correlazione tra inquinamento atmosferico e letalità del Covid-19.

 

SOCIETA’ – Mettiamoci in gioco. La Campagna nazionale contro i rischi dell’azzardo ritiene che la priorità da perseguire nel riordino del settore sia una significativa riduzione dell’offerta. Durante il lockdown, con la chiusura delle sale sono diminuiti i comportamenti compulsivi dei giocatori patologici. Per questo ora sarebbe sbagliato prorogare le concessioni per un triennio. Occorre invece avviare una riforma complessiva del comparto.

 

CULTURA – Natale solidale. Durante le feste, diverse associazioni organizzeranno la vendita di beni o servizi per farsi conoscere e raccogliere fondi. E per evitare che la pandemia da coronavirus interrompa anche questa tradizione, il Csv di Biella Vercelli ha realizzato BiVerSo, un sito web, per offrire una vetrina alternativa a queste realtà, già messe a dura prova dalla prima ondata dell’epidemia. Le associazioni interessate a partecipare al mercatino hanno tempo fino al 18 dicembre. 

INTERNAZIONALE – Un aiuto concreto. Al via progetti importanti per l’agricoltura e l’allevamento nella martoriata Siria.

120 serre per la coltivazione di ortaggi e 480 capi di bestiame per la produzione e la lavorazione di derivati animali. Sono i numeri del nuovo progetto di Ai.Bi. – Amici dei Bambini a Idlib, nel nord-ovest della Siria. L’iniziativa, finanziata dalla Cooperazione Italiana, ha l’obiettivo di migliorare l’auto-sussistenza delle donne capofamiglia attraverso l’avvio di attività in grado di generare reddito. Le partecipanti saranno 240 e verranno sottoposte a una formazione specifica da parte di esperti del settore, che monitoreranno l’andamento del progetto, rispondendo tempestivamente a complicazioni e difficoltà.

SPORT – No home. A Bologna un gioco per riflettere su chi non ha una casa. Grazie a 10 persone senza dimora che hanno scritto la loro storia, dando vita ad un puzzle composto di 27 tessere illustrate con cui sfidare il giocatore. Obiettivo: comporre e ricomporre, secondo la propria visione, un palazzo immaginario con “misteriosi inquilini, vie di fuga o angoli di intimità”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»