VIDEO | Roma, Raggi contestata all’idroscalo di Ostia dagli occupanti a rischio sgombero

Ad accogliere la sindaca una decina di abitanti dell'Idroscalo che da anni occupano alcune baracche abusive a pochi metri dalla foce del Tevere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Contestazioni per la sindaca di Roma Virginia Raggi al suo arrivo all’inaugurazione a Ostia del ‘Punto luce delle Arti’. Ad accoglierla, con urla e invettive, una decina di abitanti dell’Idroscalo, per la quasi totalità donne, che da anni occupano alcune baracche abusive a pochi metri dalla foce del Tevere.

I contestatori, a rischio sgombero, si sono scagliati con veemenza contro la prima cittadina: “Vergogna, per queste case abbiamo speso soldi e da lì non ci muoviamo. È questa la trasparenza?”, hanno detto. Insulti e improperi anche contro la presidente del Municipio X di Roma, Giuliana Di Pillo.

RAGGI: ABITANTI IDROSCALO OSTIA? SERVE TEMPO PER SOLUZIONI

“Come sapete quello dell’idroscalo è da sempre un territorio molto critico. Noi stiamo lavorando con gli abitanti. Ci sono tante richieste, alcune hanno risposte più semplici, altre più complicate. Ci vorrà del tempo per riuscire a trovare quella giusta strada per consentire loro di avere le risposte che chiedono da decenni”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine dell’inaugurazione del Punto luce delle Arti a Ostia, a proposito della contestazione ai suoi danni da parte di alcuni abitanti dell’idroscalo di Ostia a rischio sgombero.

Quello dell’idroscalo “è un terreno a rischio idrogeologico ed è un problema che si trascina da molti anni- ha aggiunto la minisindaca del Municipio X, Giuliana Di Pillo- L’amministrazione municipale per quanto di sua competenza si sta interessando per risolvere la questione”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»