Dall’1 gennaio abolito il ticket regionale del Lazio

Per i cittadini il risparmio atteso dall'abolizione del ticket sanitario regionale e' pari a 20 milioni di euro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

zingaretti_ticket_abolito

ROMA – Dall’1 gennaio 2017 non ci sara’ più il ticket sanitario regionale. Ad annunciarlo il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso di una conferenza stampa sulla sanita’.

“La giornata di oggi e’ dedicata alla giustizia sociale e segna uno spartiacque nella storia del Lazio”, ha detto Zingaretti nel corso di una conferenza stampa sulla sanita’ nel quale ha annunciato l’abolizione del ticket regionale, che fu introdotto nel 2008. “Abbiamo appena sottoscritto un verbale con Cgil, Cisl e Uil” ha aggiunto il governatore.

“Per i cittadini il risparmio atteso dall’abolizione del ticket sanitario regionale e’ pari a 20 milioni di euro“.

COSA CAMBIA

Con l’abolizione del ticket sanitario regionale, dall’1 gennaio 2017 cambia il costo delle prestazioni. Il cittadino non dovra’ più pagare 15 euro per Risonanza magnetica e Tac (da 61,10 euro a 46,10), 5 euro per la Fisiokinesiterapia (da 51,10 euro a 46,10) e 4 euro sulla visita specialistica ambulatoriale (da 50,10 a 46,10).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»