L’Università di Padova apre le porte a Michela Marzano (rifiutata dalla Giunta Bitonci)

Appuntamento sabato mattina in ateneo per la presentazione di 'Papà, mamma e gender'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

ROMA –  La filosofa, scrittrice e deputata Michela Marzano potrà presentare il suo libro ‘Papà, mamma e gender’ a Padova. Ma all’Università, dove ad aprirle le porte è stato direttamente il magnifico rettore, Rosario Rizzuto, e non in Comune, come previsto in un primo momento. Perché? Perché il sindaco leghista Massimo Bitonci le ha negato l’uso di una sala del Municipio, argomentando il suo rifiuto con l’approvazione in Consiglio comunale di “una mozione direttiva contro la promozione della teoria del gender”, che, nella sua opinione, sarebbe propagandata da Marzano. Ed ecco, allora, l’invito del rettore Rizzuto, nel nome di quella “Universa Universis Patavina Libertas”.

michela_marzano

LE PAROLE DEL MAGNIFICO RETTORE – “Nel solco di una tradizione di massima apertura alla libertà di espressione lunga ormai quasi otto secoli, abbiamo contattato la professoressa Michela Marzano, stimata collega che insegna filosofia nell’Università Descartes di Parigi, offrendo uno spazio dell’Università di Padova per la conferenza che si terrà quindi, come previsto, sabato prossimo in un aula dell’Ateneo. Nella mia decisione non c’è nessuna valutazione politica o di opportunità. C’è soltanto il forte richiamo a quella “Universa Universis Patavina Libertas” che è il nostro motto. Tutta intera, per tutti, la libertà nel nostro Ateneo: non solo parole, ma una missione che quotidianamente ci sforziamo di trasformare in fatti concreti”, scrive il magnifico rettore, Rosario Rizzuto.

L’appuntamento è sabato mattina, indicativamente in sala Nievo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»