Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Forza Nuova, Meloni: “Condanno i fascisti… neo, para, post e cripto”

meloni
"La sinistra accolga la nostra proposta di una manifestazione comune contro ogni violenza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Togliamo ogni dubbio: ferma condanna di Fratelli d’Italia a ogni violenza di gruppi fascisti, neofascisti, parafascisti, postfascisti e criptofascisti senza tentennamenti”. Lo dice Giorgia Meloni, in un video su Facebook, dove continua: “Poi, proseguiamo: ferma condanna di ogni gruppo violento, compresi i gruppi anarchici e i centri sociali delle manifestazioni di Milano e Torino che il Pd e la sinistra non sono mai riusciti a condannare”.

LEGGI ANCHE: Letta a Salvini e Meloni: “Niente ambiguità, venite alla manifestazione antifascista”

“Ci aspettiamo- aggiunge Meloni- che la sinistra accolga la nostra proposta di una manifestazione comune contro ogni violenza e una mozione comune per prendere provvedimenti gravi nei confronti di tutte le organizzazioni che si sono rese responsabili di violenze e devastazioni”.

LEGGI ANCHE: La decisione sullo scioglimento di Forza nuova spetta a Draghi, ecco perchè

“Di punto in bianco Fdi in questa campagna elettorale è diventato un pericoloso partito fascista. Guarda caso proprio mentre diventa il primo partito italiano e rischia di vincere le elezioni comunali a Roma con il centrodestra”, attacca Meloni.

LEGGI ANCHE: In Parlamento arrivano le mozioni per lo scioglimento di Forza Nuova

“E poco importa che abbiamo ribadito che da parte nostra non c’è alcuna nostalgia del regime fascista, poco importa che non ci sia alcun tipo di rapporto tra noi e Forza Nuova né potrebbe mai esserci visto che oltretutto sono più utili alla sinistra che alla destra…poco importa- conclude- noi siamo ‘il mostro'”.

LEGGI ANCHE: Sciogliere Forza Nuova? Forza Italia dice no al Pd: “Mozione unitaria contro tutti totalitarismi”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»