Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Al Salone del Libro di Torino la Difesa presenta due libri sulle donne

salone libro torino donne
Domenica 17 ottobre la presentazione dei volumi 'Donne, pace e sicurezza' e 'Ritratti di donne in armi'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Domenica 17 ottobre alle 17, al Salone del Libro di Torino, saranno presentati due libri dello Stato Maggiore della Difesa: ‘Donne, pace e sicurezza’ a cura di Rosa Vinciguerra, Tenente Colonnello dell’Esercito Italiano, Capo Sezione Politiche di Genere dello Stato Maggiore della Difesa, e ‘Ritratti di donne in armi’ a cura di Silvia Mari, giornalista dell’Agenzia Dire e inviata in teatri di operazione.

donne difesa salone

Un filo rosso lega i due volumi. Nel 2000 il Consiglio di Sicurezza dell’Onu adotta la risoluzione 1325, che per la prima volta affronta i temi sensibili della protezione delle donne nei conflitti e del ruolo femminile nella ricostruzione post-conflitto. Lo stesso anno le Forze Armate Italiane reclutano per la prima volta personale femminile, con gli stessi compiti dei colleghi maschi. Oggi sono sedicimila le donne, nei ranghi di Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri. Due eventi speciali cui sono dedicati – a 20 anni di distanza – due volumi, presentati insieme alle curatrici da Alberto Sinigaglia, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»