Fermata al Cairo la giornalista Francesca Borri

Sono ore di preoccupazione per la famiglia Borri: sarebbe stata fermata subito dopo essere atterrata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La giornalista italiana Francesca Borri è stata fermata oggi ed è tuttora trattenuta all’aeroporto del Cairo: lo ha riferito il fratello, Nicola, con un messaggio diffuso su Twitter.

“Mia sorella, la giornalista Francesca Borri, è ora trattenuta all’aeroporto del Cairo, dove era stata fermata subito dopo l’atterraggio in provenienza dall’Italia” si legge nel testo. “Spero che la situazione si risolva subito” ha concluso Nicola Borri: “Ogni aiuto è apprezzato”.

 

PEACELINK: LA GIORNALISTA BORRI SIA LIBERATA SUBITO

“Chiediamo che la giornalista Francesca Borri fermata all’aeroporto de Il Cairo, dove era appena arrivata dall’Italia, venga lasciata libera di svolgere la sua attività”. È l’appello lanciato sui social da Peacelink, l’associazione ambientalista che si schiera per la liberazione della freelance barese bloccata da ieri nell’aeroporto egiziano. “Il fermo non ha alcuna motivazione. La giornalista – ricorda l’associazione – non si può muovere dall’areoporto e non può comunicare in quanto le è stato tolto il cellulare”.

L’azione delle autorità egiziane per PeaceLink è un “evidente abuso di potere” e l’auspicio è che al più presto “la situazione venga sbloccata, consentendo a Borri di svolgere liberamente la sua attività di giornalista”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»