Dalle Hawaii a Milano per imparare i segreti del calcio

Trenta ragazzini di 10-13 anni sono arrivati dalle Hawaii per fare uno stage e giocare a calcio: conoscono la Juve e l'Inter. E sognano Ronaldo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – Dalle spiagge di Waikiki e Honolulu ai campi verdi della Lombardia a Milano, per apprendere le tecniche e i ‘segreti’ del calcio. Hanno 10-13 anni e sono arrivati qui, in una trentina, per indossare una divisa e correre lungo un campo da calcio. Loro che vengono dalla patria del surf e dalle spiagge da sogno, sono tutti grandi appassionati di calcio e in particolare del mondo calcistico italiano: l’Inter, la Juve, Buffon, Ronaldo. E perfino le tattiche di gioco.

Il progetto, organizzato anche con la collaborazione dell’Associazione Calciatori di Milano e provincia, si chiama ‘Italia Calcio Coaching‘ e prevede stage ai quali, prima di quelli hawaiani, hanno già preso parte giovani calciatori  provenienti da altre parti del mondo come la Nuova Zelanda, l’Australia, la Cina e il Giappone. Oggi i giovani calciatori hanno ricevuto il saluto di Alan Rizzi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia per i rapporti con le delegazioni internazionali.

“Tutto mi sarei aspettato – ha commentato il sottosegretario Alan Rizzi – ma non di trovare dei ragazzi delle Hawaii a Milano per approfondire le conoscenze tecniche del gioco del calcio. La cosa ci fa piacere e questa, per me, come credo per tutti, inaspettata visita, ci induce a riflettere su come sviluppare ulteriormente situazioni analoghe in cui anche attività, come la pratica sportiva, possano diventare traino per la Lombardia in settori strategici quali, ad esempio, il turismo”.

“Pensare che dalla patria del surf arrivino in Lombardia, dopo un viaggio lunghissimo, ragazzi con la passione del calcio – ha spiegato Paolo Gatti, presidente dell’Associazione Calciatori di Milano e provincia – è effettivamente strano. Ma vi assicuro che, oltre a essere discretamente dotati tecnicamente, conoscono molto bene tutte le sfaccettature del calcio. Dai nostri campioni più celebrati, come Ronaldo, Buffon o Lukaku, alle squadre famose, come Inter, Milan e Juventus, fino – nonostante la giovanissima età – alle tattiche e al modo di stare in campo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»