Cosa si legge a Roma di venerdì 11 ottobre

La classifica dei libri più venduti a Roma in collaborazione con Feltrinelli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

  • Il commento

C’è sempre la saga della famiglia Florio, raccontata da Stefania Auci, in testa alla classifica dei libri più venduti a Roma. Deve accontentarsi della seconda posizione l’influencer, Giulia De Lellis, con il suo libro-confessione ‘Le corna stanno bene su tutto’. Salgono di due posizioni i nuovi libri di Sveva Casati Modignani, quarta, e Mario Calabresi, quinto. Entra direttamente al sesto posto Michael Connelly, con il nuovo thriller ‘La notte più lunga’. Il saggio più venduto è quello dedicato ai trenta casi di manipolazione della storia, di Paolo Mieli, che dal diciottesimo passa al settimo posto. Avanza di dieci posizioni anche il libro di Francesco Guccini. Nella Top 20 di questa settimana c’è anche la graphic novel di Leo Ortolani che torna in sala cinematografica a recensire le nuove uscite e i film cult di sempre con il suo sguardo ironico e divertito. Scende a Roma, ma sale di due posizioni in Italia, ‘Il treno dei bambini’ di Viola Ardone mentre il vincitore del Premio Strega, Antonio Scurati, continua a vendere copie con ‘M. Il figlio del secolo’.

  • Da non perdere

David Szalay – Turbolenza (Adelphi)

Il nuovo libro dello scrittore canadese, David Szalay, è tra le migliori raccolte di racconti uscite in questi anni. In poche pagine, con una prosa limpida e accurata, Szalay narra la vita di dodici persone nell’attimo in cui una minaccia sta per abbattersi su di loro: la malattia di un figlio, la vecchiaia, la morte, il fallimento per debiti, un amore che finisce. Ogni racconto termina con il personaggio che sfiora quello successivo, come fossero legati tutti da un unico filo misterioso. Le storie, nate per una serie radiofonica della Bbc, sono ambientate in dodici città del mondo, da Londra a San Paolo, da Seattle a Budapest, da Hong Kong a Saigon. Il cuore della raccolta è racchiuso in un racconto a metà del libro, quando Szalay, narrando un certo evento, scrive: “Era uno di quegli avvenimenti che fanno di noi ciò che siamo, per noi stessi e per gli altri. Cose che sembrano succedere così, senza un motivo, e invece poi restano lì per sempre, e a poco a poco ci accorgiamo che ci hanno segnati, che niente sarà mai più come prima“.

  • Fuori classifica consigliati

Colson Whitehead – I ragazzi della Nickel (Mondadori)

Gian Luigi Beccaria – Il pozzo e l’ago (Einaudi)

Edith Bruck – Ti lascio dormire (La nave di Teseo)

Valeria Luiselli – Archivio dei bambini perduti (La Nuova Frontiera)

Giani Stuparich – L’isola (Quodlibet)

  • Cosa si dice a Roma

♦ Sono ricominciate, al Macro di Via Nizza, le ‘Macro Letture’ ideate da Maria Ida Gaeta. Il 13 ottobre ci sarà la presentazione del secondo numero della nuova serie di Nuovi Argomenti; il 27 ottobre sarà di scena Edoardo Nesi; il 10 novembre Sandro Veronesi; il 17 novembre spazio alla poesia con Milo De Angelis.

♦ Quattro lezioni per imparare a leggere la poesia, conoscere le tecniche di scrittura e carpire i segreti della traduzione, tenute da uno dei piu’ importanti poeti italiani del nostro tempo: Valerio Magrelli. E’ il corso ‘Poesia: tra metrica e senso’ che partirà martedì 5 novembre a Villa Mazzanti, nella sede dell’ente regionale RomaNatura. 

Top 20

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Nota

La classifica è il risultato delle vendite nella settimana tra il 30 settembre e il 6 ottobre 2019, nelle librerie Feltrinelli di Roma e provincia.

Il confronto è con la classifica di tutte le Feltrinelli d’Italia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»