Siria, continua la collaborazione per fermare le bombe

Valentini: "Il Titano condanna la violazione dei diritti umani"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

San Marino generica cittàSAN MARINO – Resta alta da parte di San Marino l’attenzione e la collaborazione a livello multilaterale “affinchè cessino le violenze e i bombardamenti in Siria e vengano accolte le proposte del cessate il fuoco in tutta la martoriata area”.

Lo comunica, in una nota, la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri evidenziando la co-sponsorizzazione della più recente proposta di Risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, presentata dalla Francia, per chiedere “l’attuazione immediata del cessate il fuoco e lo stop ai bombardamenti aerei ad Aleppo“.

La segreteria di Stato presieduta da Pasquale Valentini ribadisce quindi la propria “ferma posizione di condanna nei confronti delle atrocità in corso- riferisce la nota- e di vicinanza alla popolazione stremata da troppi anni di guerra e di sofferenze, nei cui confronti è necessario facilitare ogni possibile intervento umanitario”.

Lo stesso segretario di Stato, prendendo la parola al Palazzo di Vetro nell’ambito dell’ultima sessione dell’Assemblea Generale Onu, ha affermato la ferma condanna della Repubblica di San Marino delle violazioni dei diritti umani e delle leggi umanitarie internazionali “commesse in Siria da tutte le parti del conflitto, senza distinzione alcuna”, sostenendo l’azione del Segretario Generale in Siria attraverso il suo Inviato speciale ed esprimendo apprezzamento per il lavoro svolto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»