Lavoro, Cgil: “Infortuni e morti bianche sono ancora un’emergenza per il Paese”

"Gli infortuni e le morti sul lavoro continuano a
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

morte-sul-lavoro“Gli infortuni e le morti sul lavoro continuano a rappresentare un’emergenza per il nostro Paese”. Così la Cgil commenta i dati relativi ai primi otto mesi del 2015, che vedono un aumento delle denunce di infortuni mortali del 15% rispetto allo stesso periodo 2014.

In occasione della 65ma Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro, la Cgil nazionale – ribadisce in una nota    – che “la prevenzione degli incidenti sul lavoro devono diventare una priorità per il Paese e un impegno centrale per tutte le imprese”. Per il sindacato di corso d’Italia, “devono altresì essere messe in campo tutte le misure necessarie per assicurare livelli sempre più alti di sicurezza e di tutela nei luoghi di lavoro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»