Migranti, a Siracusa eseguiti 80 provvedimenti di espulsione

Altri 114 migranti, che hanno ultimato la quarantena, sono stati considerati "richiedenti asilo" e quindi trasferiti presso delle strutture dell'Emilia Romagna
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Gli agenti dell’ufficio Immigrazione della questura di Siracusa hanno eseguito 80 provvedimenti di espulsione nei confronti di cittadini stranieri giunti in Italia sulle rotte dell’immigrazione e che avevano ultimato il loro periodo di quarantena anti-Covid a bordo della nave ‘Azzurra‘ ormeggiata nel porto commerciale di Augusta. Dei 732 stranieri a bordo, 196 hanno ultimato il periodo di quarantena e sono risultati negativi al secondo tampone. Gli agenti hanno eseguito i provvedimenti di espulsione emessi dalla prefettura di Siracusa nei confronti di altrettanti cittadini stranieri considerati “migranti economici” e, pertanto, ritenuti “irregolari” sul territorio italiano. Per 38 di questi, la questura di Siracusa ha emesso un provvedimento di trattenimento presso i Centri per i rimpatri di Torino, Gradisca D’Isonzo (Gorizia) e Brindisi, strutture individuate dal Servizio immigrazione del ministero dell’Interno, dove gli stranieri sono stati accompagnati per essere poi rimpatriati nel paese di origine. Per gli altri e’ stato adottato il provvedimento di allontanamento che implica l’ordine di lasciare il territorio nazionale, mentre due minori stranieri non accompagnati sono stati affidati a una struttura per minorenni di Rosolini. I restanti 114 migranti che hanno ultimato la quarantena sono stati considerati “richiedenti asilo” e quindi trasferiti presso delle strutture dell’Emilia Romagna.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»