Scuola, sulla maglia per Azzolina ‘Che fatica la vita da ministra’

La maglietta è stata regalata alla ministra all'Istruzion da Manuela, neo diplomata novarese, in occasione della in visita all'Istituto comprensivo Biella II di via De Amicis
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

TORINO – “Che fatica la vita da ministra“. Questa la scritta riportata su una maglietta regalata questa mattina alla ministra all’Istruzione, Lucia Azzolina, da Manuela, neo diplomata novarese, in occasione della in visita all’Istituto comprensivo Biella II di via De Amicis. 

“Con Manuela ci siamo scritte diverse volte- racconta la ministra- mi ha inviato alcune sue riflessioni e io l’ho chiamata alla vigilia dell’esame di Stato, per farle gli auguri, come ho fatto con tutti quelli che mi hanno scritto. Sarebbe stato bello chiamarli tutti ma non ci si riesce“. 

Manuela ha raccontato di volersi iscriverà all’Università di Pavia.

“ANNO COMPLESSO, MA PRONTI PIÙ DI QUANTO SEMBRA”

Il 14 settembre la scuola riapre. Sarà un anno sicuramente complesso”, commenta la ministra dell’Istruzione. “Non dimentichiamo gli sforzi fatti questa estate per reperire spazi, per il personale e per i lavori di edilizia leggera. E- aggiunge- non dobbiamo nemmeno dimenticare mai che viviamo in una pandemia globale che al momento lascia ancora un miliardo di studenti a casa”. 

Sulle incertezze della riapertura Azzolina aggiunge: “Credo che il lavoro che è stato fatto sia tantissimo, qualche incertezza c’è ma non legata a come riaprirà la scuola il 14, piuttosto ad alcune informazioni che spesso sono state distorte. Io so benissimo che il personale scolastico e le famiglie sono più pronte rispetto a quanto potrebbe sembrare all’esterno”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»