Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Remembering 9/11, stasera in tv il documentario sull’attentato alle Torri Gemelle

torri-gemelle
Il racconto degli uomini e delle donne che a Ground Zero hanno assistito in prima persona al tragico evento, inclusi soccorritori, sopravvissuti e famiglie delle vittime
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono passati 18 anni dal terribile evento che ha segnato la storia degli Stati Uniti e del mondo intero. L’11 settembre del 2001 alcuni terroristi di Al Qaeda dirottano aerei passeggeri contro gli edifici simbolo di New York City, le Torri Gemelle, provocandone la distruzione e uccidendo più di 2.700 persone. Attraverso la rivisitazione degli eventi in “Remembering 9/11”, in onda in prima visione mercoledì 11 settembre alle 21.10 su Rai Storia, si andrà oltre i fatti, esplorando il substrato culturale e l’ambiente di provenienza degli attentatori e analizzando il panorama politico e la risposta del governo. Il documentario, realizzato attraverso una cronologia visiva degli eventi che si alternano a storie commoventi di coraggio e convinzione, racconta le storie degli uomini e delle donne che a Ground Zero hanno assistito in prima persona al caos, alla tragedia e alla sofferenza, inclusi soccorritori, sopravvissuti e famiglie delle vittime, fino alla storia di uno dei terroristi che per rispettare la propria fede e le proprie convinzioni ha commesso un’azione impensabile. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»