hamburger menu

Elezioni, in Valle d’Aosta il centrodestra torna unito dopo anni

"È un progetto serio, credibile e innovativo che non guarda soltanto all'oggi ma anche al futuro", spiegano da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Valle d'Aosta al Centro e Udc

centrodestra_valle_d_aosta
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

AOSTA – Dopo anni di guerre intestine, separazioni e dissidi anche pubblici, che sono proseguiti fino a poche settimane fa, il centrodestra in Valle d’Aosta torna a correre unito in vista delle elezioni politiche di domenica 25 settembre. Questa mattina è stato siglato in modo ufficiale un accordo tra la Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, la Valle d’Aosta al Centro (articolazione locale di Italia al Centro) e l’Udc. La segreteria regionale della Lega aveva già annunciato la candidatura dell’ex presidente della Regione, Nicoletta Spelgatti, avvocata e consigliera regionale, al Senato; alla Camera, la scelta avverrà a livello nazionale tra un candidato di Fratelli d’Italia o di Forza Italia.

È “un progetto serio, credibile e innovativo” per la Valle d’Aosta. “Si tratta di un giorno importante, oltreché fondamentale per la Valle d’Aosta, poiché tutte le forze e i movimenti politici che si riconoscono nei valori e nei principi di centrodestra, si sono seduti attorno a un tavolo per stringere un accordo che non guardi soltanto all’oggi, ma anche al futuro“. Lo dicono la segretaria regionale della Lega, Marialice Boldi, la coordinatrice regionale di Forza Italia, Emily Rini, il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Alberto Zucchi, il coordinatore della Valle d’Aosta al Centro, Orlando Navarra, e il segretario regionale dell’Udc, Piero Vicquéry.

Per i cinque responsabili delle forze politiche, è “un accordo che ha voluto mettere al centro progettualità e visione, già a partire dalle Politiche 2022, poiché per noi è importante innanzitutto spiegare ai valdostani ciò che vogliamo fare per la Valle d’Aosta e come vogliamo farlo, al di là di chi saranno i candidati, i cui nomi verranno ufficializzati nei prossimi giorni insieme ai nostri punti programmatici”. Lega, Fi, Fdi, Ic e Udc esprimono “soddisfazione per il lavoro che stiamo portando avanti sul programma, sul quale abbiamo trovato immediata e piena sintonia perché vogliamo che sia espressione di un progetto e di una visione condivisi per la Valle, che nel nuovo governo potrà certamente trovare interlocutori fortemente impegnati alla valorizzazione della nostra specialità, in un’ottica compiutamente federalista”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-05T15:08:49+02:00