hamburger menu

Agli Europei di Nuoto di Roma avanzano Ceccon, Martinenghi e Quadarella: gare e risultati

Prime batterie a Roma, in finale anche le 4x200

Pubblicato:11-08-2022 12:19
Ultimo aggiornamento:11-08-2022 12:19
Canale: Sport
Autore:
alberto-razzetti-ph-Andrea-Staccioli-fin
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(Foto credits Andrea Staccioli / DBM)

ROMA – Partiti. La prima sessione di batterie del nuoto ha aperto gli Europei di Roma, in programma da oggi fino al 21 agosto. Azzurri subito protagonisti con Alberto Razzetti e Pier Andrea Matteazzi, che accedono alla finale dei 400 misti: il 23enne ligure e vicecampione europeo in carica è terzo in 4’17″21, mentre il 25enne di Vicenza è quinto in 4’17″36. Tempo più veloce al mattino per l’ungherese tre volte campione europeo, David Verraszto in 4’15′”52.

Nei 50 farfalla Piero Codia mette a segno la seconda prestazione personale di sempre, 23″28, valida per il quarto tempo, mentre Thomas Ceccon è quinto nuota sciolto in 23″38. Eliminati il debuttante Lorenzo Gargani e Matteo Rivolta, il più veloce è l’olandese Nyls Korstanje in 22″90. Benissimo le azzurre nei 100 stile libero. La padrona di casa Silvia Di Pietro tocca in 54″54 e strappa il pass per la semifinale con il quarto tempo; tre posizioni dietro la 29enne velocista romana c’è la 19enne pugliese Chiara Tarantino che supera il turno in 54″69. Si fermano, nonostante siano tra le migliori sedici ma terza e quarta tra le italiane, Sofia Morini, decima in 55″21 e Costanza Cocconcelli, undicesima in 55″25. Comanda la francese Charlotte Bonnet in 53″92.

Nei 200 dorso ottima prova della due volte campionessa europea in carica, Margherita Panziera, e buona prestazione di Federica Toma: la 27enne di Montebelluna stampa il miglior tempo in 2’09″27, mentre la 20enne salentina è quattordicesima in 2’13″13. Nei 100 rana attesa per Nicolo Martinenghi: l’oro mondiale di Budapest accede alla semifinale con il primo tempo, 59″08, mentre è terzo Federico Poggio che chiude in 59″49: tra i due azzurri c’è l’olandese e vicecampione olimpico Arno Kamminga in 59″32. Fuori Simone Cerasuolo sesto in 1’00″51 e Andrea Castello nono in 1’00″72.

Negli 800 femminili benissimo Simona Quadarella e Martina Caramignoli: la campionessa europea in carica vola in finale, prevista sabato pomeriggio, con il primo tempo in 8’23″46, mentre la reatina conclude in 8’33″25. Capitolo staffette. In finale le 4×200 stile libero composta da Alice Mizzau (2’01″75), Linda Caponi (2’01″79), Noemi Cesarano (2’00″88) e Antonietta Cesarano (2’00″87) sono terze in 8’05″29, precedute da Ungheria (8’01″05) e Olanda (8’01″15). TRa gli uomini, Filippo Megli (1’48″26), Matteo Ciampi (1’47″20), Gabriele Detti (1’46″57) e Lorenzo Galossi (1’47″00) nuotano in 7’09″03, miglior tempo d’ingresso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-11T12:19:45+02:00