Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Dipendenti Gsa al tunnel del Monte Bianco in agitazione

monte-bianco
Proclamata per domani da Fit-Cisl, e "pronti allo sciopero"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

COURMAYEUR (AOSTA) – “Visto il continuo negare di alcuna forma di collaborazione” da parte della Gsa, l’azienda Gruppo Servizi Associati che gestisce l’appalto per il servizio antincendio e di soccorso all’interno del traforo del Monte Bianco, la Fit-Cisl della Valle d’Aosta ha proclamato lo stato di agitazione per i dipendenti attivi sul traforo per la giornata di domani, giovedì 12 agosto.

Il segretario della Federazione dei trasporti della Cisl per la Valle d’Aosta, Domenico Crea, scrive in una nota: “Abbiamo compiuto molteplici passati di interlocuzione con l’azienda. Sforzi che, purtroppo, non hanno portato ad alcun risultato. La nostra richiesta di un adeguamento salariale sulla paga base, ormai fermo dal 2010 e non più aggiornato al caro vita, è rimasta inascoltata. Dopo quanto emerso dall’assemblea degli iscritti, come da proposta fatta il 23 luglio 2020, la Fit-Cisl VdA si trova costretta a organizzare questa forma di protesta dei lavoratori”.

Crea aggiunge che “essendo il servizio fornito essenziale per una realtà strategica quale una galleria di confine tra Italia e Francia, i lavoratori in servizio risultano di fatto precettati, ma l’intento è di evidenziare all’opinione pubblica, per il tramite degli organi di informazione, questa situazione decisamente grave. Si indice uno stato di agitazione quale ultima forma funzionale a fare rientrare dalla propria linea la Gsa, conclusiva azione di apertura prima della prospettiva dello sciopero”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»