Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’allarme dei pediatri: “La variante Delta mette in pericolo i bambini, bisogna vaccinarli”

medico bambino pediatra
La Società italiana di Pediatria fa suo l'appello dei colleghi statunitensi e chiede di accelerare sull'autorizzazione del vaccino anche per i più piccoli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’American Academy of Pediatrics lancia l’allarme, a fine luglio i casi di infezione da Covid 19 nella popolazione pediatrica sono pressoché raddoppiati: 71.726 contro i 38.654 della settimana precedente. La variante Delta dilaga e mette sempre più in pericolo la salute dei bambini, che occupano ormai il 19% del bollettino settimanale americano. È questa la osservazione dei pediatri americani”. A riportarlo è la Società italiana di Pediatria, che fa sue le preoccupazioni dell’American Academy of Pediatrics attraverso un appello molto specifico.

LEGGI ANCHE: Locatelli: “Fondamentale vaccinare anche i bambini sotto i 12 anni”

“Da inizio pandemia, negli Usa 350 bambini sono morti a causa del Covid. E milioni di minori hanno pagato un altissimo prezzo in termine di isolamento sociale, perdita di nonni e genitori, interruzione della scuola e delle attività educative in generale”, sottolinea la nota della Sip. “Non si può più attendere, concludono gli americani, va accelerata l’autorizzazione del vaccino anche per i più piccoli, al momento esclusi dal piano di immunizzazione contro il Covid. Anche in Italia, il Covid continua a colpire i più piccoli. Nel nostro Paese, il 5,5% dei casi (n= 240.105) con 14 decessi riguarda la fascia di età 0-9 anni, mentre il 10,0% (n= 436.938) con 16 decessi riguarda la fascia di età 10-19 anni. È quanto riporta l’Aggiornamento nazionale 4 agosto 2021. E se da un lato continua ad aumentare la copertura vaccinale tra gli adolescenti, con quasi il 40% vaccinato con almeno una dose e oltre il 20% con due, ciò non basta” si avverte.

“È per questo che la Società Italiana di Pediatria si è associata alla richiesta dell’American Academy of Pediatrics sui propri canali social. Si avverte l’esigenza di beneficiare di uno specifico intervento di prevenzione vaccinale Covid19 per la popolazione pediatrica, in maniera tale da poter permettere di prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenute da varianti emergenti con maggiore trasmissibilità”. Questo è quindi l’appello che circola sui canali ufficiali della Società Italiana di Pediatria, da Facebook, a Twitter, Linkedin e Telegram. “Abbiamo bisogno di un vaccino sicuro, efficace. Abbiamo bisogno di uno scudo con cui difendere anche i nostri bambini da questo terribile virus”, conclude la Sip.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»