Comunali a Roma, il Pd pensa a Letta e le primarie possono saltare

Dopo l'annuncio di Virginia Raggi il Pd non accelera sul candidato
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il Pd non accelera sul candidato sindaco. L’annuncio dato da Virginia Raggi di volersi ricandidare nel 2021 non modifica il piano dei Dem per l’individuazioe del candidato e della squadra in vista del voto. Fonti interne al Partito Democratico nazionale confermano all’agenzia Dire che “il Pd si aspettava la mossa della Raggi ma questo non cambia i programmi: prima dobbiamo affrontare il referendum e le regionali del 20 settembre, poi si iniziera’ a muovere qualcosa su Roma e le altre citta’ dove si votera’ per le amministrative”.

In effetti non si e’ mai visto, negli anni scorsi, un candidato ufficiale a 12 mesi dal voto. Un ragionamento su Roma e’ gia’ in corso ma resta sotto traccia. La novita’ e’ che le primarie, a fronte di un grande nome che metta d’accordo tutti, non sono piu’ una certezza. La coalizione sta lavorando su alcune personalita’ gia’ emerse nei mesi scorsi. E’ in corso un tentativo per convincere Enrico Letta e David Sassoli, che pure hanno smentito pubblicamente la loro discesa in campo.

Potrebbe essere uno di loro, ma non sono esclusi altri possibili big, a mettere d’accordo tutti interrompendo il percorso delle primarie. Che diventeranno una necessita’ solo di fronte alla mancanza di unita’. E in quel caso sono gia’ pronti alcuni tra i presidenti di Municipio del centrosinistra: Sabrina Alfonsi, Giovanni Caudo e probabilmente Amedeo Ciaccheri. L’unica certezza, confermata da piu’ dirigenti Dem, e’ che un’intesa con Virginia Raggi e’ ritenuta “impossibile”.

Su questo sono tutti d’accordo: “Non si dialoga con Raggi- hanno spiegato gli stessi dirigenti- Un’alleanza e’ impossibile, perche’ a fronte di un giudizio di fallimento senza appello non ci puo’ essere interlocuzione politica. Raggi resta per noi il peggiore sindaco degli ultimi decenni“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»