Mezzo milione di euro dal Mibact per restaurare gli archivi danneggiati dall’alluvione del ’66

A distanza di quasi 50 anni dall'alluvione di Firenze,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

A distanza di quasi 50 anni dall’alluvione di Firenze, il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini, ha deciso di intervenire in maniera consistente nel recupero degli archivi, che rimasero gravemente danneggiati dall’inondazione.

Mezzo milione di euro le risorse stanziate, provenienti dal fondo Arcus (Società per lo sviluppo dell’arte, della cultura e dello spettacolo, costituita con atto del Mibact nel 2004) per il restauro dei beni non ancora recuperati dell’Archivio di Stato di Firenze, per colmare “un incredibile e colpevole ritardo nel finanziare il completamento  dei fondi danneggiati” ha spiegato Franceschini. Che non dimentica di dedicare una parola ai famosi “angeli del fango” che “con grande generosità si impegnarono per scongiurare la perdita di un materiale prezioso che avrebbe provocato un vuoto incolmabile nella memoria storica di Firenze e di tutta l’Italia”, ha concluso.

I fondi stanaziati si andranno a sommare al finanziamento che annualmente viene erogato all’Istituto.

Di Redazione

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»