NEWS:

Città da bollino rosso? Montagne innevate al nord. “Prudenza sui sentieri”

Il vademecum per la sicurezza di Soccorso alpino e Cai: raccomandati ramponi, piccozza, abbigliamento adatto. "C'è più rischio di scivolare e può far freddo"

Pubblicato:11-07-2024 12:51
Ultimo aggiornamento:12-07-2024 10:33
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

BOLOGNA – E’ luglio, fa caldo, ma su tanti sentieri di montagna c’è ancora neve. Ed ecco allora che il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas) e il Club alpino Italiano (Cai) raccomandano a tutti gli escursionisti e alpinisti di adottare, proprio “a causa delle condizioni invernali presenti su molti sentieri e percorsi attrezzati di montagna esposti a nord, nord-est-ovest nel nord Italia”, la “massima prudenza“.

VADEMECUM PER LA SICUREZZA: RAMPONI, PICCOZZA,ABBIGLIAMENTO ADATTO

In particolare, si segnalano varie criticità. La prima è la presenza di neve al suolo dura e compatta: “In molti tratti esposti a nord e nord-est/ovest, la neve presente al suolo, soprattutto a quote più elevate, può risultare dura e scivolosa, rendendo necessario l’uso di ramponi adeguati alla progressione e piccozza per procedere in sicurezza”. Poi, il rischio maggiore di scivolamenti e cadute: le condizioni di innevamento “aumentano il rischio di incidenti e conseguenti infortuni. È fondamentale avere esperienza anche nell’utilizzo dell’attrezzatura invernale e adottare sempre un comportamento prudente, sapendo anche rinunciare in presenza di situazioni locali a rischio”. Infine, le temperature variabili: possono essere “molto diverse da quelle percepite in valle, con sbalzi termici significativi. È importante vestirsi a strati e portare con sé un abbigliamento consono“.

L’APP GEORESQ PER LE EMERGENZE AD ALTA QUOTA

Cai e Soccorso alpino ricordano anche un “importante strumento digitale per le proprie escursioni in montagna: l’app GeoResQ. Scaricabile gratuitamente da tutti gli stores grazie ai fondi straordinari stanziati dal ministero del Turismo a favore del Cai, può essere uno strumento di aiuto in caso di emergenza per agevolare il personale Cnsas/118 a effettuare un’eventuale attività di soccorso”.
Il Cnsas e il Cai ribadiscono, infine, “l’importanza di una preparazione adeguata e di un comportamento responsabile per prevenire incidenti e garantire un’esperienza in montagna sicura e piacevole. È fondamentale saper rinunciare all’escursione quando le condizioni lo richiedono, mettendo sempre la propria sicurezza al primo posto”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy