NEWS:

Cyber security, arriva l’accordo tra due fondazioni per nuove professionalità

Cyber Security Italy Foundation e Fondazione Its Information Technology ICT Academy siglano un protocollo d'Intesa per formare esperti di sicurezza digitale nelle scuole e nei centri per l'impiego, ma non solo

Pubblicato:11-07-2024 12:07
Ultimo aggiornamento:11-07-2024 12:13

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – La comunicazione e la sicurezza digitale sono due pilastri fondamentali della società moderna. Se la prima consente lo scambio rapido ed efficace di informazioni tra persone e organizzazioni, facilitando collaborazioni globali e migliorando l’efficienza operativa, la seconda riveste un ruolo di primo piano nella protezione della riservatezza, dell’integrità e della disponibilità delle informazioni. Senza adeguate misure di sicurezza, i dati sensibili possono essere compromessi, con gravi conseguenze per la privacy personale e la reputazione delle aziende.

DUE FONDAZIONI UNITE DA UN OBIETTIVO: PROMUOVERE LA CYBER SECURITY

È sulla base di queste premesse che Cyber Security Italy Foundation e Fondazione ITS Information and Communications Technology ICT Academy hanno siglato un Protocollo d’intesa con l’intento di promuovere competenze e professionalità elevate e innovative per la comunicazione e la sicurezza digitale, tali da essere facilmente spendibili nei principali settori e ambiti produttivi e nell’area dei servizi alle imprese, con ampio riferimento alla programmazione europea per la divulgazione delle tecnologie e competenze di cybersecurity.

RIZZITELLI (ITS ICT ACADEMY): “ORIENTAMENTO E DIFFUSIONE DELLE COMPETENZE NELLE SCUOLE E NEI CENTRI PER L’IMPIEGO”

“Questo protocollo- ha spiegato all’agenzia Dire il presidente del Consiglio d’amministrazione di ITS ICT Academy, Fabrizio Rizzitelli– è per noi un momento importante in cui due realtà altrettanto importanti, queste due fondazioni, si danno come obiettivo principale la diffusione della della cybersecurity in Italia, andando all’interno delle scuole per diffondere queste competenze digitali tra i ragazzi, e andando in altre sedi come, ad esempio, i centri per l’impiego, dove andiamo a diffondere e anche a sviluppare azioni di orientamento sul territorio, abbracciando, così una platea più ampia”.


A.A.A. ESPERTI DI CYBERSECURITY CERCARSI

“L’altra cosa importante che ci aspettiamo- ha proseguito- è quella di poter contribuire a colmare il gap di competenza nel settore della cybersecurity in Italia, sviluppando programmi didattici e formazione, diffondendo queste competenze e creando proprio una forza lavoro altamente qualificata: oggi, infatti, abbiamo una grande necessità di persone formate, di esperti di cybersecurity“.
“Infine- ha evidenziato Rizzitelli- mettendo in pratica queste azioni di divulgazione presso scuole e altre sedi possiamo contribuire ad aumentare la consapevolezza presso tutti i cittadini e rendere il nostro nostro Paese un po’ più sicuro e resiliente alle minacce informatiche. Si prospetta, dunque, un anno importante in cui inizieremo un percorso insieme con la Cyber Security Italy Foundation e sono quasi certo che poi rinnoveremo questo accordo per i prossimi anni, durante i quali svilupperemo ancora meglio le variazioni sul territorio e nelle scuole”.

PROIETTI (CSI FOUNDATION): “CON ‘PROGETTO SCUOLE’ DA ROMA IN TUTTA ITALIA PER DIVULGARE LA SICUREZZA DIGITALE”

“Nel suo secondo anno di vita- le parole del presidente e fondatore della Cyber Security Italy Foundation, Marco Gabriele Proietti– la Fondazione ha dato vita al ‘Progetto scuole‘ con l’ausilio di ACN e Polizia Postale sulla divulgazione della cyber security: un’ora di lezione in 8 scuole partendo da Roma. Da settembre andremo a livello nazionale, perché c’è sempre più bisogno di divulgazione della materia”.
Iscritta al Registro delle persone giuridiche della prefettura di Roma, ITS ICT Academy persegue l’obiettivo statutario di sostenere l’integrazione tra i sistemi di istruzione, formazione e lavoro, per diffondere la cultura tecnologica e scientifica e promuovere lo sviluppo di un processo di consapevolezza e di orientamento dei giovani e delle loro famiglie. Tra i suoi fini statutari ha quelli di sperimentare progetti-pilota innovativi e trasferibili e di favorire processi in rete con altri servizi e strutture presenti a livello provinciale, regionale, nazionale e internazionale. opera , inoltre, per aggiornare il personale e i professionisti, realizzando percorsi e iniziative di formazione avanzata, anche attraverso l’impiego delle risorse dei Fondi Interprofessionali.

“NON SOLO SCUOLE, AL LAVORO SU PROGETTI INNOVATIVI PER GOVERNO, PA, CITTADINI”

Non solo. Ente autorizzato dal ministero dell’Istruzione all’erogazione della formazione per i docenti, ITS ICT Academy ha definito negli anni numerose proposte formative, sviluppate sempre sulla base delle esigenze raccolte dalle aziende partner e aderenti alla rete della Fondazione. In linea con i propri fini statutari, Cyber Security Italy Foundation si occupa invece di realizzare progetti innovativi di interesse del governo, della Pubblica Amministrazione, delle comunità scientifiche e dei cittadini.
Tra i suoi obiettivi figurano la promozione dell’innovazione tecnologica per lo sviluppo e la modernizzazione del Paese, la formazione, l’erogazione di borse di studio, master universitari e l’organizzazione di convegni e congressi. Cyber Security Italy Foundation si occupa inoltre del trasferimento del know-how per la Cyber sicurezza nelle Pubbliche Amministrazioni, fornisce supporto scientifico e tecnologico alle istituzioni e al mondo delle imprese e presidia gli ambiti innovativi di ricerca, ponendosi come punto di riferimento nel panorama scientifico e tecnologico internazionale.
L’ente, inoltre, implementa servizi pubblici per il cittadino che richiedono competenze scientifiche e tecnologiche particolarmente avanzate. Infine, possiede i mezzi, il know-how e il personale tecnico scientifico per progettare e organizzare di percorsi formativi nell’area del Cyber Security.

COSA PREVEDE LA CONVENZIONE

Le Fondazioni, si legge nella convenzione, che avrà la durata di un anno, operano con l’obiettivo di coinvolgere cittadini, giovani e professionisti, sensibilizzando e diffondendo conoscenze e abilità al fine di promuovere una diffusa cultura della sicurezza digitale attraverso lo svolgimento di ricerche, convegni, corsi, progetti innovativi e campagne di divulgazione. In questi 12 mesi di collaborazione, che non ha titolo di esclusiva, i due enti promuoveranno, dunque, attività di divulgazione tecnica e scientifica, di progettazione condivisa, di stage e orientamento.
I due soggetti coinvolti nel Protocollo d’intesa si impegneranno a rilevare tendenze e fabbisogni del comparto comunicazione e cybersecurity, individuando competenze richieste e in trasformazione, promuovere le figure professionali e le competenze dei professionisti attraverso iniziative congiunte e di settore, attuare percorsi formativi anche con modalità innovative e/o on the job rivolti a professionisti e aspiranti tecnici superiori, sperimentare metodologie e processi in grado di promuovere lo sviluppo di competenze professionali e tecniche. Il loro lavoro sarà inoltre improntato alla progettazione in maniera congiunta dell’offerta formativa di settore con particolare riguardo alle iniziative di stage e laboratoriali e alla promozione e diffusione delle iniziative formative promosse dai due soggetti al fine di raggiungere un ampio pubblico di destinatari, con particolare attenzione per gli studenti, gli insegnanti, i cittadini e i professionisti.
Infine, l’accordo tra ITS ICT Academy e Cyber Security Italy Foundation intende favorire iniziative di ricerca nel campo dell’innovazione tecnologica di settore, anche attraverso la realizzazione di laboratori tecnologici progettati in collaborazione con la Cyber Security Italy Foundation ed i suoi qualificati membri, sensibilizzare, anche creando iniziative di orientamento e di avvicinamento al tema della Cyber Security, gli studenti delle scuole secondarie o cittadini che intendono acquisire conoscenze e abilità rispetto alla sicurezza informatica, di dati e digitale anche scegliendo indirizzi di studio mirati, organizzare e promuovere iniziative di informazione e comunicazione sul tema condiviso e, in caso di accordo tra le parti (che mette a disposizione il proprio team di professionisti, di volta in volta individuati, anche nominando un project leader) partecipare unitamente a bandi di concorso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy