Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Virgin Galactic, il volo da turista spaziale di Richard Branson

richard branson
La Unity22 è partita per la linea di confine tra Terra e Spazio alcuni minuti prima delle 17, tornando sul nostro pianeta poco più di 40 minuti dopo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sir Richard Branson è diventato il primo astroturista a volare con mezzi completamente privati.

“Mi sento bene, mi sento eccitato, mi sento pronto”, aveva twittato stamani, postando una foto insieme al multimilionario Elon Musk, fondatore della compagnia privata SpaceX, diventato partner della Nasa non solo per i voli verso la Stazione spaziale internazionale, ma anche per la missione Artemis.

IL VOLO

La navicella Unity22 è partita dallo spazioporto del New Mexico, nato appositamente per i voli privati verso lo Spazio, pochi minuti prima delle 17 ora italiana. Il volo è arrivato a poco meno di 100 chilometri di altitudine, rasentando la linea di confine tra Terra e Spazio. Secondo i piani, è restato lì per circa 4 minuti, permettendo ai turisti spaziali di vedere il nostro pianeta da lontano. Il ritorno sulla Terra è avvenuto alle 17.42 circa.

LA CREW

Sulla Unity22 volano due piloti e 4 specialisti di missione, incluso lo stesso Branson.

LA SFIDA CON BEZOS

Il volo di Branson precede di qualche giorno quello del fondatore di Amazon, Jeff Bezos, la cui partenza per lo Spazio, da turista, è fissata per il 20 luglio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»