Migranti, Musumeci a Lampedusa: “Condizione insostenibile”. Il sindaco: “Da Conte silenzio assordante”

"Decine di sbarchi in poche ore, centinaia di migranti: a Lampedusa una condizione insostenibile" dice il presidente della regione Sicilia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Sopralluogo sull’isola di Lampedusa per il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza. “Decine di sbarchi in poche ore, centinaia di migranti: a Lampedusa una condizione insostenibile – le parole del governatore sull’isola. Il consiglio comunale e il governo della Regione hanno chiesto a Roma la proclamazione dello stato di emergenza. Ci sono problemi sanitari, sociali ed economici – ancora Musumeci -. Abbiamo bisogno di risposte immediate. Lampedusa non puo’ diventare una terra di frontiera”.

MUSUMECI A LAMPEDUSA: INVIEREMO TAMPONI E TEST SIEROLOGICI

A partire da lunedi’ sull’isola di Lampedusa arriveranno i “macchinari per la verifica dei tamponi e i test sierologici” messi a disposizione dalla Regione Siciliana per le verifiche sanitarie sui migranti che giungono sull’isola.
Ad annunciarlo e’ stato il governatore, Nello Musumeci, che oggi ha fatto visita a Lampedusa insieme con l’assessore alla Salute Ruggero Razza.

“Abbiamo assicurato al sindaco che verremo incontro a un adempimento che e’ di competenza statale“, ha ricordato Musumeci sottolineando poi che “l’Usmaf (Ufficio di sanita’ marittima aerea e di frontiera, ndr) e il proprio personale negli ultimi tempi si sono resi latitanti”.

Tra le tappe di Musumeci a Lampedusa anche una visita all’hotspot di contrada Imbriacola, pieno dopo gli ultimi sbarchi: “La struttura e’ di competenza statale – ha sottolineato Musumeci -. Andrebbe resa igienicamente decente e dignitosa, anche sotto il profilo sanitario“.

SINDACO DI LAMPEDUSA: DA CONTE SILENZIO ASSORDANTE

“Il presidente della Regione, di fronte a questa emergenza, viene a Lampedusa a prendere coscienza di quello che sta accadendo mentre da diverso tempo invito il presidente Conte a venire sull’isola a controllare lo stato di emergenza e l’unica risposta e’ un silenzio assordante”. Cosi’ il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, a margine della visita del governatore siciliano sull’isola che negli ultimi giorni e’ al centro di nuovi sbarchi.

Chiedo ufficialmente che il presidente Conte venga a Lampedusa insieme con Musumeci o che ci convochi a Roma per una riunione che esamini lo stato di calamita’ dichiarato dalla presidenza della Regione”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»