fbpx

Tg Agricoltura, edizione dell’11 luglio

– IL MIELE DI BORRAGINE DALLE COLLINE DI TARQUINIA

100 ettari di terreni tra colline e pianure coltivate a grano, girasoli e pomodoro biologici, nelle campagne di Tarquinia, dove il fiume Mignone arriva al mare. Un territorio antico, come testimonia la presenza di un ponte romano, da anni custodito da migliaia di piccoli guardiani dell’ecosistema, le api, che sono presto diventate il vero cuore di questa azienda agricola guidata da Roberto Ercolani.

– LA PATATA VIOLA ‘PERLA’ DELLA TUSCIA

Il fiore violetto della pianta è spia dell’insolito colore del frutto, una patata in questo caso, dal cuore viola intenso. E’ la Vitelotte, tra i prodotti che distinguono l’azienda Perle della Tuscia, la prima a coltivarla nell’Alto viterbese.

– MANGIARE E BERE LA VIGNA SULLA STRADA DEL CESANESE

L’esperienza unica di gustare i sapori della vigna, accompagnando ai vini fatti con le sue uve, gli assaggi a base di erbe spontanee lasciate crescere tra i filari per arricchirne la biodiversità. Si fa tra le colline di Bellegra, nella cantina Riccardi Reale.

– GUARDIE ITTICHE VOLONTARIE, ECCO IL MANUALE ARSIAL

Una guida per conoscere gli ecosistemi acquatici e la fauna che ospitano, per imparare a rispettarli e proteggerli. E’ il Manuale di formazione delle Guardie Giuridiche Ittiche Volontarie, progetto editoriale a cura di ARSIAL, messo a disposizione gratuitamente sul sito dell’agenzia regionale per chi voglia scaricarlo. “Un testo facilmente consultabile e ben strutturato- lo ha definito l’assessore all’Agricoltura Enrica Onorati- e uno strumento non solo per il personale specializzato che vigila sulla pesca ma anche per chi si dedica alla pesca sportiva”. Gli argomenti affrontati spaziano dalle nozioni di ecologia degli ambienti acquatici alla gestione delle risorse, senza trascurare gli aspetti nomativi e gli adempimenti legati alla gestione del tesseri-no ittico. “Le guardie ittiche- ha detto Antonio Rosati, presidente Arsial- aiuteranno a presidiare un patrimonio di acque e di fauna preziosa del nostro ecosistema”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

11 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»