fbpx

Tg Politico, edizione del 11 luglio 2019

SALVINI CONTRO FICO: NO AL PARTITO DELL’ANTIPOLIZIA

Scontro tra Matteo Salvini e il presidente della Camera Roberto Fico sugli emendamenti al decreto sicurezza bis, ingiustamente tagliati secondo il Carroccio. “Spero che una parte del M5s non tifi per l’antipolizia”, dice il titolare del Viminale all’indirizzo di Fico. Dalla presidenza della Camera replicano piccati che forse Salvini e’ confuso. Se avesse voluto davvero- spiegano- avrebbe dovuto inserire le norme direttamente nel decreto, senza passare dagli emendamenti.

STOP ALL’AUTONOMIA, M5S: NO ALLE GABBIE SALARIALI

Battuta d’arresto per la riforma dell’autonomia rafforzata. Distribuzione delle risorse, concorsi scolastici regionalizzati e gabbie salariali gli scogli emersi in una riunione a palazzo Chigi che ha visto i M5s fare muro contro le proposte della Lega. “Il M5s non puo’ votare per l’Italia del passato. Io voglio un governo che corre e va avanti, non uno che torna indietro”, commenta rabbuiato Matteo Salvini, mentre la ministra Erika Stefani invoca chiarezza: “Se qualcuno ha cambiato idea lo dica, cosi’ non si va avanti”.

RIFORME, PASSANO AL SENATO COL SOCCORSO DI FDI

Il governo si presenta al gran completo al voto del Senato sulle riforme. Ma alla fine l’asticella della maggioranza si ferma a 159, due voti in meno della maggioranza assoluta. Ed e’ grazie al soccorso di Fdi che il taglio di 345 parlamentari e le riforme costituzionali passano lo scoglio di Palazzo Madama. Il provvedimento oggi in terza lettura ha raccolto 180 voti favorevoli. Ora torna alla Camera per l’ultima lettura. Ma a Montecitorio i numeri sono meno a rischio.

AGCOM: L’INFORMAZIONE VA DIFESA

E’ essenziale il ruolo del legislatore per salvaguardare l’informazione e promuovere la cultura. L’occasione degli stati generali dell’editoria dovrebbe essere colta per muoversi in questa direzione. L’invito arriva dal presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, nel corso della relazione annuale alla Camera. Nel rapporto emerge come il settore editoriale negli ultimi anni abbia proseguito una fase di vero e proprio declino strutturale con un calo generalizzato di investimenti, occupazione, ricavi e con un valore economico che si è ridotto del 40%.

IL M5S SMONTA LA RIFORMA MADIA: TORNINO I FORESTALI

Devono tornare i forestali. Il Movimento Cinque Stelle vuole superare la legge Madia e presenta a Montecitorio una proposta di legge, a prima firma Maurizio Cattoi. Il deputato della commissione Affari costituzionali spiega che il Paese è stato “privato della sua piu’ grande forza di polizia ambientale. La nostra idea – spiega Cattoi- è ricomporre il Corpo Forestale integrandolo con le attività di pubblica sicurezza del Viminale”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

11 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»