Droga e prostituzione, blitz a Palermo contro cosca nigeriana

Una cosca "caratterizzata da una forte struttura gerarchicamente organizzata" e "con una forte capacità intimidatoria", che aveva il cuore a Ballarò
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Blitz della polizia di Palermo che ha sgominato una cosca mafiosa nigeriana radicata all’interno dell’antico quartiere di Ballarò, nel centro storico del capoluogo siciliano. Eseguiti provvedimenti di fermo emessi dalla Direzione distrettuale antimafia a carico di cittadini extracomunitari nigeriani. Il blitz, denominato ‘Disconnection zone’, ha fornito una “credibile radiografia” di una mafia nigeriana “radicata e infiltrata nel tessuto economico e criminale cittadino”. L’operazione, che segue i blitz ‘Black Axe’ e ‘No Fly’, ha, di fatto, sgominato una cosca criminale, ‘Cult’, denominata ‘Viking’, che secondo gli investigatori sarebbe “ben strutturata su tutto il territorio nazionale”, e che a Palermo avrebbe base operativa a Ballarò. Una cosca “caratterizzata da una forte struttura gerarchicamente organizzata” e “con una forte capacità intimidatoria”. Il reato contestato ai fermati è di associazione a delinquere di stampo mafioso, con la commissione di delitti contro la persona, soprattutto in occasione di scontri con i clan rivali per il controllo del territorio e la supremazia all’interno della comunità nigeriana. Le indagini, inoltre, hanno portato alla scoperta di numerose case di prostituzione nel centro storico di Palermo, chiamate ‘connection house’, oltre che di numerosi episodi di spaccio di droga.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»