NEWS:

Chef Rubio e le ricette inclusive: dopo la lingua dei segni arrivano quelle per non vedenti

"Era doveroso andare incontro alle loro esigenze", spiega Chef Rubio

Pubblicato:11-07-2017 14:58
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 11:30

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA  – I sapori e i profumi della cucina, incontrando le esigenze di non udenti e, ora, dei non vedenti. Continua l’attività nel mondo dell’inclusione di Gabriele Rubini, lo chef Rubio della televisione.

Nel 2015 e nel 2016 il cuoco di ‘Unti e bisunti’ ha prodotto le video-ricette in Lingua dei segni, mentre quest’anno, da settembre, le ricette saranno ancora più inclusive visto che saranno fruibili anche per i non vedenti grazie a delle applicazioni che saranno disponibili sul sito che trasformeranno le immagini in audio.

Qui le ricette in Lis

Rubio ha prodotto i video con ‘Tumaga‘, società di produzione indipendente che ha fondato. Tumaga nasce dalla grande passione di Rubio per le arti audiovisive e fotografiche ed è orientata alla sperimentazione creativa e alla promozione di nuove idee e talenti.


“Siamo arrivati al terzo anno di ricette- ha raccontato Rubio all’agenzia Dire- Quest’anno per tenere fede alla parola inclusione abbiamo fatto qualcosa per i non vedenti, ci siamo spinti oltre la Lis per capire se riusciamo a comunicare anche con le persone che fanno della cucina uno dei momenti di gioia, tra sapori e profumi quale stimolo continuo. Era doveroso andare incontro alle loro esigenze”.

Con Tumaga, però, Rubio è andato anche oltre. Recentemente ha infatti prodotto il video della canzone ‘Limone’ di Giancane, alias Giancarlo Barbati, chitarrista romano del gruppo Folk Rock ‘Il Muro del Canto’: “La collaborazione con Giancane nasce da una amicizia e da diverse idee in comune, dal fatto che comunque anche noi amiamo le cose che tocchino il cuore, anche se in campi diversi, della gente che ci assomiglia”. Continua Rubio: “Mi fermo quando sono stanco, faccio respirare le mie idee. Mi piace circondarmi di persone che sono propositive“.

di Adriano Gasperetti, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy