hamburger menu

Ateneo, ingegneria gestionale, oggi tre nuovi laureati

SAN MARINO - Il Parco scientifico e tecnologico quale fattore

Pubblicato:11-07-2016 15:16
Ultimo aggiornamento:11-07-2016 15:16
Canale: San Marino
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

san-marino_roccaSAN MARINO – Il Parco scientifico e tecnologico quale fattore di occupazione, l’esame di una start up innovativa e il caso “Sit Group” sono i tre temi delle tesi di laurea in Ingegneria Gestionale discusse oggi da tre nuovi laureati dell’università della Repubblica di San Marino. In particolare, con il voto di 110 e lode, Elisa Baschetti, 21enne riminese ha conseguito oggi la Laurea Triennale in Ingegneria Gestionale con lo studio intitolato “La valutazione della performance negli incubatori di impresa: il caso Techno Science Park San Marino – Italia”.

Nella sua tesi, la neo dottoressa ha offerto una serie di spunti per analizzare il Pst di Rovereta, proponendo inoltre alcune cifre: con un aumento del 687,5% nel numero dei dipendenti, passati da 8 a 63 fra il 2014 e il 2016, “si può affermare che le nuove start-up coinvolte nell’incubatore d’impresa del Techno Science Park San Marino – Italia- ha concluso Baschetti- stanno crescendo e che lo strumento di sviluppo aziendale del Titano, con la sua attività, ha permesso un aumento dell’occupazione nel territorio sammarinese”.

Oltre a Baschetti hanno terminato il percorso di studi triennale Silvia Palombo, con la tesi “La valutazione delle start-up innovative: il caso Feat food” e Giorgia Zanelli con “I principali KPI per ICT: il caso Sit Group”, uno studio realizzato in collaborazione con l’azienda sammarinese che si occupa di packaging nel settore alimentare e non. Dall’inizio dell’anno a oggi i laureati in Ingegneria Gestionale sono stati 17.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2016-07-11T15:16:58+01:00