NEWS:

“Caro Sinner benvenuto nel club dei numeri 1”. Da McEnroe a Federer, in un video il saluto di 16 ‘ex re’

Atp pubblica la clip indirizzata al campione italiano. Agassi: "Nessuno lo merita di più"

Pubblicato:11-06-2024 15:25
Ultimo aggiornamento:11-06-2024 15:25

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

BOLOGNA – Mai contraddire John McEnroe. Del resto, il più tennista pazzo e geniale di sempre, ce l’ha scritto anche sulla maglietta: “I’m never wrong”, ‘io non sbaglio mai’. “Io non sbaglio nemmeno su questo: hai classe da vendere. Benvenuto nel club” dei numeri uno. Ieri a Montecarlo, nel giorno in cui il computer ha ufficializzato la conquista della vetta della classifica Atp, la consegna della coppa del numero uno al mondo a Jannik Sinner è stato un momento storico per lo sport italiano.

16 DEI 28 PREDECESSORI DANNO IL BENVENUTO A SINNER NEL CLUB DEI SUPERCAMPIONI

Ma non c’è appassionato di tennis, a qualsiasi latitudine dell”orbe terracqueo’, che ieri sera non si sia commosso, quando l’Atp ha pubblicato sui propri profili social il video in cui ben 16 dei 28 predecessori di Sinner gli hanno dato il benvenuto nel club dei supercampioni, i numeri uno.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ATP Tour (@atptour)


“È un club esclusivo”, ricorda Boris ‘Boom Boom’ Becker, che sfila assieme ad altre leggende del tennis: André Agassi, Roger Federer, Andy Murray, Danil Medevedev, Guga Kuerten, Andy Roddick, Bjorn Borg, Lleyton Hewitt, Patrick Rafter, Ilie Nastase, Jim Courier, Mats Wilander, Yevgeny Kafelnikov, Stefan Edberg. Tutti insieme per Jannik che, indubitabilmente, non conquista solo per le sue grandi qualità di tennista, ma anche per lo stile, l’atteggiamento, dentro e fuori dal campo, che ne fanno uno degli sportivi più rispettati e apprezzati al mondo. “Essere il numero uno al mondo è una grande conquista e non so immaginare nessuno che lo meriti più di te. Se l’universo avesse un torneo di tennis, la terra sceglierebbe te”, sorride Agassi nel primo video-messaggio. Poco importa se l’incoronazione del 22enne altoatesino è arrivata dopo l’amara sconfitta con Alcaraz nella semifinale del Roland Garros.

“Lo meriti al 100%. Hai giocato in maniera straordinaria, meglio di chiunque altro negli ultimi 365 giorni. So quanto lavori duramente per questo. Quindi, goditelo, ci vediamo sul campo”, è il messaggio di Medvedev, che con il tennista italiano ha perso tutti e cinque gli ultimi scontri diretti, dopo averlo battuto per sei volte di fila. “Sono sicuro che sei incredibilmente felice, devi essere orgoglioso. In Italia in questo momento ti amano. Sei una grande persona, un grande giocatore, ti auguro il meglio“, sono le parole di Federer.

“Hai avuto un anno incredibile, so quanto è difficile arrivare lassù, ma tu lo meriti pienamente. Ben fatto”, si congratula Murray. Dal Brasile arriva anche il sorriso travolgente di Gustavo ‘Guga’ Kuerten, tre volte vincitore a Parigi: “Siamo in ottime mani, quindi grazie”.

“Congratulazioni Jannik, spero tu riesca a prenderti un momento per riflettere sul monumentale risultato che hai ottenuto, nessuno te lo potrà mai portare via”, assicura Roddick, tredici settimane in vetta all’Atp. “So quanto è difficile essere il numero uno al mondo e spero che tu lo resti a lungo”, è l’augurio di Borg. “Lo meriti, amo vederti giocare. Spero che tu resti numero uno più a lungo di me”, ammette l’australiano Rafter, in vetta per una settimana. “Stai lassù più a lungo che puoi, perché lo meriti”, lo esorta Nastase, numero uno nel 1973. “È stato chiaro fin da primo giorno in cui sei arrivato nel tour, che avevi una missione, un obiettivo, e nessuno avrebbe potuto fermarti”, riconosce Courier.

GLI AUGURI DI WILANDER, CRITICATO PER AVER SMINUITO L’ARRIVO DI SINNER IN VETTA ALLA CLASSIFICA

“Sono stato numero uno solo per 24 ore, spero tu faccia meglio di me, sono sicuro che sarà così”, dice Wilander, criticato per aver sminuito l’arrivo di Sinner in vetta alla classifica (“questione di computer”, secondo il campione svedese che non ha nascosto la sua prefernza per Alcaraz). “Il duro lavoro ha pagato, personalmente spero che tu possa continuare a far divertire i fan italiani e i fan in tutto il mondo con il tuo gioco. Congratulazioni”, lo saluta Kefelnikov. “Jannik è solo l’Inizio”, gli ricorda Becker, seguiro dal suo grande rivale sull’erba di Wimbledon, Edberg: “Sei in ottima compagnia. È un risultato incredibile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it