NEWS:

Celine Dion racconta il dramma della malattia: “Mi sono anche rotta le costole per gli spasmi”

La cantante soffre della sindrome della persona rigida. Ne ha parlato per la prima volta ai microfoni di NbcNews: "Tutto questo mi causa difficoltà quando cammino e non mi permette di usare le corde vocali per cantare come sono abituata"

Pubblicato:11-06-2024 11:19
Ultimo aggiornamento:11-06-2024 11:19

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Dopo mesi di assenza, voci e dichiarazioni da parte dei familiari, Celine Dion riappare sul piccolo schermo e per la prima volta racconta la sindrome della persona rigida che la affligge da anni. Ben 17 ha rivelato, nonostante la star abbia rivelato al mondo di avere questa malattia solo nel 2022.

LEGGI ANCHE: Il dramma di Celine Dion, la sorella: “Nessuna medicina funziona”

“Mentire ai fan era diventato un peso troppo grande da sopportare”, ha spiegato nella prima intervista dall’annuncio della malattia. La cantante si è, infatti, confessata ai microfoni di Nbc News. “Non sapevo cosa stesse succedendo, mi sarei dovuta prendere il tempo per capire”, ha aggiunto parlando di quegli anni. Eppure, Celine Dion ha calcato i palchi di tutto il mondo finché ha potuto: “Ho dovuto crescere i miei figli, ho dovuto nascondermi, ho dovuto continuare a sembrare un’eroina, ho dovuto sentire il mio corpo abbandonarmi, aggrapparmi ai miei sogni. Mentire è stato troppo“, ha spiegato.


Così, il tour mondiale che l’avrebbe vista viaggiare tra una città e l’altra tra il 2023 e il 2024 è stato cancellato, con grande rammarico della star: “Mi dispiace deludervi ancora una volta- ha dichiarato- sto lavorando tanto per ritornare in forze, ma andare in tour anche quando sei al 100%”.

La sindrome della persona rigida è un disturbo neurologico che “colpisce una persona su un milione” e che – oltre a un prograssivo irrigidimento con conseguente difficoltà di movimento – causa forti spasmi.

“MI SONO ROTTA DELLE COSTOLE A CAUSA DEGLI SPASMI”

Nell’intervista alla NbsNews, infatti, Celine Dion racconta, infatti, le difficoltà affrontate: “Ad un certo punto mi sono rotta delle costole perché a volte quando è molto grave. È come se qualcuno ti stesse strangolando, come se qualcuno ti stesse spingendo la laringe. Ma può anche verificarsi nella zona addominale, nella colonna vertebrale, nelle costole. Sono crampi, ma è come se fossero in una posizione in cui non puoi sbloccarli“.

Proprio per questo, la Dion ha spiegato: “Tutto questo mi causa difficoltà quando cammino e non mi permette di usare le corde vocali per cantare come sono abituata”.

IL DOCUMENTARIO

Celine Dion tornerà a raccontarsi nel documentario “I am: Celine Dion”, in arrivo su Prime Video il 25 giugno. Il 21 giugno uscirà, invece, la colonna sonora del progetto: un disco di 20 brani tra cui figurano successi come “The Power of Love”, “My Heart Will Go On” e la più recente “Love Again” e 7 tracce composte dal violoncellista Redi Hasa e prodotte da Alberto Fabris.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it