NEWS:

Il portavoce di Lollobrigida: “Mi dimetto per non danneggiare il governo”

La decisione di Signorelli arriva dopo l'inchiesta di Repubblica sulle chat con Fabrizio Piscitelli, soprannominato 'Diabolik'

Pubblicato:11-06-2024 09:17
Ultimo aggiornamento:11-06-2024 12:50

Paolo Signorelli
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – “Mi dimetto dall’incarico di portavoce del ministro Francesco Lollobrigida. Lo faccio per me, per la mia famiglia e per non danneggiare il governo“. Queste le parole di Paolo Signorelli, capo ufficio stampa del ministro dell’Agricoltura e della sovranità alimentare, a seguito dell’inchiesta di Repubblica sulle chat tra lui e Fabrizio Piscitelli, soprannominato ‘Diabolik’, da cui sono emerse frasi antisemite e lodi neofasciste.

Leggi anche: Il portavoce di Lollobrigida si autosospende per lo scandalo dopo le frasi antisemite nella chat con Diabolik

Leggi anche: Chi è Paolo Signorelli, il portavoce ultrà che chattava con Diabolik di “romanisti ebrei”


Signorelli si era autosospeso venerdì scorso, dopo lo scandalo delle chat con il capo ultrà della Lazio nonché estremista di destra e trafficante di droga ucciso a Roma il 7 agosto 2019.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy