hamburger menu

“Nessun viaggio pagato da Mosca”, Salvini pronto a querelare

"Le spese per il possibile viaggio aereo sono state interamente pagate dalla Lega"

matteo salvini

ROMA – “È notizia di oggi che l’ambasciata russa aveva pagato il biglietto aereo di Salvini per Mosca. Il punto vero non è tanto che lo abbiano assistito finanziariamente in questa missione ma che il biglietto fosse andata e ritorno. Fosse stato di sola andata avremo risolto parecchi problemi…”, così Matteo Renzi presentando “Il Mostro” a Siena, commenta il comunicato in cui l’ambasciata russa spiega di aver supportato il leader della Lega nell’organizzazione del viaggio in Russia.

“A causa delle sanzioni dell’Ue, sono stati sospesi i voli diretti sulla rotta Roma-Mosca”, si legge nella nota, quindi “si è reso necessario per la delegazione italiana l’acquisto di biglietti aerei per un volo Aeroflot da Istanbul a Mosca”. L’ambasciata ha dunque assistito “Salvini e le persone che lo accompagnavano nell’acquisto dei biglietti aerei in rubli tramite un’agenzia di viaggi russa”. Soldi che poi sarebbero stati restituiti perché il viaggio non c’è mai stato, spiega l’ambasciata. In serata poi la precisazione, sarebbero stati restituiti in ogni caso.

MATTEO SALVINI PRONTO A QUERELARE

Matteo Salvini ha dato mandato ai suoi legali di querelare chi, a partire da media e politici, ha fatto o sta facendo insinuazioni e accuse a proposito del possibile viaggio a Mosca. A differenza di un gruppo editoriale che per anni ha distribuito in allegato “Russia Oggi”, la Lega non ha e non ha avuto accordi economici di alcun tipo con Mosca. Si legge in una nota. Le spese per il possibile viaggio aereo di Salvini sono state interamente pagate dalla Lega, come confermato e spiegato chiaramente dall’ufficio stampa dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia. Nessun biglietto omaggio del Cremlino, quindi, e nessun “viaggio pagato da Mosca”: chiunque continuerà a sostenere il contrario ne risponderà nelle sedi opportune.

CALENDA: “SALVINI PERICOLOSO, O MOLTO STUPIDO O LEGATO AI RUSSI

“Mi sembra chiaro che Salvini è legato alla Russia in modo indissolubile e poco trasparente. Gli alleati politici e i rappresentanti della Lega al Governo dovrebbero acquisire la consapevolezza che è una persona pericolosa per la sicurezza nazionale“. Carlo Calenda, leader di Azione, commenta così la notizia per cui l’ambasciata russa ha pagato il viaggio a Mosca di Salvini. Calenda aggiunge: “Una persona che, senza avvertire il Governo che sostiene, si fa organizzare e finanziare un viaggio dall’ambasciata di un paese sotto sanzioni, autore di una guerra di aggressione e che minaccia l’Occidente di distruzione, o è molto stupido o è in qualche modo legato ai russi“.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-12T12:52:10+02:00

Ti potrebbe interessare: