Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cuperlo: “Renzi confuso, incontrerò io Pisapia”

Con Pisapia, sottolinea Cuperlo, "il dialogo va fatto davvero". E "spetta al partito più grande gettare ponti, evitare rotture"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Nella foto Pierluigi Bersani (ex Pd, ora Mdp) e Gianni Cuperlo (Pd)

ROMA –  “Ho invocato il centrosinistra per anni e se ci arriviamo brindo ma non mi bendo gli occhi e dico che oggi Renzi segue una rotta confusa. Ha spinto per il voto subito anche a costo di archiviare l’identità del Pd in vista di un governo con Berlusconi. Ora apre a Pisapia dopo mesi in cui ha fatto l’opposto“. A dirlo è Gianni Cuperlo, della sinistra dem, in un’intervista a La Stampa, in cui annuncia che Pisapia comunque lo incontrerà lui “con un gruppo di parlamentari Pd, nei prossimi giorni”, perché con Pisapia, sottolinea Cuperlo, “il dialogo va fatto davvero”.

E “spetta al partito più grande gettare ponti, evitare rotture“.

Cuperlo punta all’alleanza con gli scissionisti di Mdp e avverte: “Rispetto chi è uscito, ma senza la forza più grande è molto difficile costruire un centrosinistra di governo”.

PISAPIA: “CON RENZI DIALOGO MAI PARTITO”

Il dialogo con Renzi? “Non è partito né bene né male, non è proprio partito”. Il lapidario commento di Giuliano Pisapia è affidato alle pagine di Repubblica. “Ho letto sui giornali che ci sarebbe stata una telefonata tra me e lui, ma io non lo sento da un po’ di tempo“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»