NEWS:

Il ministro Lollobrigida e l’etnia italiana…ma sono cinque

Grazie ai campioni raccolti anche tra la nostra popolazione si è scoperto che non c'è una sola etnia

Pubblicato:11-05-2023 19:55
Ultimo aggiornamento:12-05-2023 11:09
Autore:

FacebookLinkedIn

ROMA – Qualche giorno fa si è trovato al centro di una polemica sulla sostituzione etnica; oggi il Ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, è tornato sull’argomento nel corso degli Stati generali della natalità: “Qui stiamo parlando di denatalità, di tutelare la nostra cultura e la nostra lingua, non la razza… esiste però una cultura, un’etnia italiana, quella che la Treccani definisce raggruppamento linguistico culturale, che immagino che in questo convegno si tenda a tutelare…” ha detto il Ministro.

LEGGI ANCHE: Nuova vignetta di Natangelo su Lollobrigida, stavolta il cornuto è lui

Sì, ma quale etnia? Perché con i moderni strumenti di ricerca genetica, scienza non chiacchiere, grazie ai campioni raccolti anche tra la nostra popolazione si è scoperto che di etnie ce ne sono ben cinque: 76.1% greca e italiana meridionale; 57% Iberica; 41% Europa settentrionale; 33% occidentale; 20,7% Nordafricana.

Lo ha scoperto MyHeritage che da umile startup è cresciuta fino a diventare un’azienda globale con la sua piattaforma leader per scoprire la storia familiare. Il sito spiega che l’azienda è guidata dai valori fondamentali di “innovazione, compassione e diversità”: MyHeritage offre agli utenti un’esperienza di scoperta significativa che unisce il loro passato, presente e futuro utilizzando sofisticate tecnologie di abbinamento, miliardi di documenti storici internazionali e test del DNA domestici.

Ecco, appunto, per chi volesse scoprire a quale etnia italiana appartiene, c’è pure la possibiità “di trovare nuovi parenti ed esplorare documenti storici con una prova gratuita di 14 giorni”. Se si vuole poi c’è il test a pagamento: Corredo MyHeritage DNA + 30 giorni di prova gratuita del piano a 39 euro più spedizione. La società garantisce la possibiltà di scoprire “le tue origini in 2.114 regioni, trovare nuovi parenti grazie al DNA condiviso, scoprire la tua storia familiare, creare il tuo albero genealogico, esplorare 19,4 miliardi di documenti storici”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn