hamburger menu

Covid, Ricciardi: “Pandemia e cambiamento climatico sfide esistenziali del mondo”

Il consigliere del ministro della Salute sottolinea come per vincere la lotta contro il Covid e le sue varianti sia necessaria un'organizzazione sanitaria efficiente

walter_ricciardi covid

ROMA – “Il mondo deve fronteggiare sfide esistenziali che nessuno può vincere da solo: la prima è il cambiamento climatico, sottovalutato nelle sue implicazioni sulla salute. La seconda è la pandemia”. Lo ha detto Walter Ricciardi, presidente del Comitato scientifico Fondazione Italia in Salute e consigliere del ministro della Salute, durante la presentazione alla Casa dei Cavalieri di Rodi del volume ‘Responsabilità, rischio e danno in sanità – La sicurezza delle cure dopo la pandemia di Covid-19‘, il nuovo libro curato da Federico Gelli e Maurizio Hazan, insieme a Daniela Zorzit e Fidelia Cascini (edito da Giuffrè in collaborazione con Fondazione Italia in Salute), dedicato a un’analisi critica e aggiornata della legge 24/2017.

LA RAPIDA MUTAZIONE DEL CORONAVIRUS

“La lotta perenne che noi abbiamo da sempre contro i virus e i microrganismi, nella maggioranza dei casi, ci ha visto prevalere anche quando non avevamo gli enormi strumenti tecnologici che abbiamo oggi. Quello che è incredibile è che gli strumenti tecnologici che abbiamo non li usiamo fino in fondo per sconfiggere una pandemia che invece continuerà. Mi spiace disilludervi. Vengo dagli Stati Uniti dove i colleghi sono terrorizzati perché quello che sta succedendo nella lotta contro questo Coronavirus è qualcosa che non si è mai visto precedentemente: una capacità di mutazione così rapida. L’hanno tutti i virus, ma una ‘immune escape’ così non si è mai vista”.

“Negli Usa sono già in rapidissima evoluzione due sottovarianti di Omicron che hanno una capacità di contagiosità enormemente superiore al ceppo di Wuhan”, prosegue. “E questo crea problemi nel momento in cui noi non utilizziamo appieno quello che sono le tecnologie e le conoscenze di sanità pubblica, cioè una campagna vaccinale estensiva in tutto il mondo, la capacità di convincere le persone a vincere la loro esitazione vaccinale e a usare le mascherine“.

ATTUARE LE MISURE NECESSARIE

Per vincere queste sfide, ha proseguito Ricciardi, “abbiamo bisogno di un livello avanzato di conoscenze scientifiche ma anche di efficacia ed efficienza dell’organizzazione sanitaria. Nel nostro Paese – ha sostenuto – abbiamo bisogno di una grande operazione di verità per mantenere l’efficienza del servizio sanitario nazionale: continuare a essere orgogliosi di quello che esso rappresenta, ma smettere di raccontare la favola che è il migliore al mondo. Perché – ha spiegato il consigliere del ministro della Salute – quello che si sta determinando dopo la tempesta perfetta del Covid è la tempesta perfetta della fine del Servizio sanitario nazionale: tutte le forze politiche sono d’accordo nel mantenerlo, ma c’è una incapacità nel prendere tempestivamente le misure necessarie per renderlo competitivo”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-11T10:22:04+02:00