Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Salone del libro di Torino, blitz dell’autrice del libro di Altaforte allo stand Feltrinelli: gente canta ‘Bella Ciao’

Durante il blitz della giornalista Chiara Giannini, autrice del libro 'Io sono Matteo Salvini', pubblicato dalla casa editrice sovranista Altaforte,alcune persone hanno iniziato a cantare 'Bella Ciao'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TORINO – “Le censure sono brutte e questa è la dimostrazione che il mio libro può e deve entrare ovunque”. Con queste parole la giornalista Chiara Giannini, autrice del libro ‘Io sono Matteo Salvini’, pubblicato dalla casa editrice sovranista Altaforte, esclusa dal Salone del Libro di Torino, si è presentata davanti lo stand Feltrinelli del Lingotto.

LEGGI ANCHE: Torino, la casa editrice Altaforte esclusa dal Salone del libro

“Ho portato una copia del mio libro per far vedere a tutti quelli che me l’hanno impedito, compreso il signor Lagioia e la sindaca Appendino, che la cultura spacca i ponti e può entrare ovunque” ha aggiunto.

Durante il blitz della giornalista Chiara Giannini, autrice del libro ‘Io sono Matteo Salvini’, allo stand Feltrinelli del Salone del Libro di Torino, alcune persone hanno iniziato a cantare ‘Bella Ciao’.

“Questa è la democrazia. Viva la democrazia. Viva l’Italia” ha gridato Giannini, allontanandosi, mentre sempre altre persone si sono fermate di fronte lo stand per cantare ‘Bella Ciao’, alzando il pugno. 

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»