Apre Raffles Milano, la nuova scuola con vocazione internazionale e un metodo unico

Cav. Boselli (Camera della Moda) : "Non serve andare all'estero. A Milano le migliori scuole di moda e design"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Arriva a Milano una nuova scuola di moda e design con un approccio internazionale, un metodo non tradizionale e una prestigiosa squadra di docenti. Raffles Milano darà il via da ottobre ai corsi triennali in Product design, Visual design e Fashion design, oltre a una serie di Master di alto livello affidati a progettisti di fama internazionale. Una novità assoluta, grazie a un percorso formativo unico, mutuato da quello della “bottega rinascimentale”, che punta il compasso sull’efficacia del lavorare su progetti veri per committenti veri, con docenti e studenti da subito coinvolti in una stretta relazione di dialogo e di fiducia.

Raffles Milano è parte di un gruppo fondato più di venticinque anni fa a Singapore e oggi in piena espansione, con 26 college in 14 Paesi. A fare da guida alla nuova scuola è il General Manager Maurizio Cortese, insieme al Direttore Scientifico Carlo Forcolini, all’Head of School Pasquale Volpe e all’Head of Marketing Giulia Pitzolu.

UN METODO INNOVATIVO PER PREPARARE GLI ALLIEVI AL FUTURO

“La scelta di includere Milano nel nome – spiega il General Manager, Maurizio Cortese – rispecchia la tensione all’eccellenza e l’affinità profonda con una città da tempo riconosciuta come una capitale della cultura del progetto nel mondo. Il percorso didattico che proponiamo allena gli allievi al futuro, li prepara a viverlo come naturale evoluzione del presente. Gli studenti prendono le misure del gusto e dei sogni del domani imparando a declinarli nel mondo del lavoro”.

Secondo Cortese, Ruffles Milano “nasce da un’assenza sul mercato della formazione nel mondo del design e della moda, per questo l’abbiamo chiamata la ‘scuola che non c’era’: il metodo altamente innovativo mette al centro lo studente, con un corpo docente di assoluto livello e con una visione internazionale sui mercati emergenti che nessuno aveva fino a questo momento”.

La scuola punta quindi a creare “un intreccio di competenze, non solo tecniche ma a tutto tondo, per creare designer pronti per il mondo del lavoro”. L’innovativo metodo di insegnamento prevede “classi piccole, con non più di 20 studenti, professori che diventano maestri aiutando lo studente e mettendolo al centro dell’attenzione. Non avremo cattedre, ma solo gruppi di lavoro: un approccio reale e orientato all’impresa, con progetti veri per clienti veri“.

Secondo il direttore scientifico Carlo Forcolini, “viviamo in un contesto di assoluta incertezza nel quale non possiamo definire i programmi a priori. La differenza tra i programmi e la strategia è questa: la strategia si basa su un’idea di programma definita in maniera provvisoria, che deve adattarsi a seconda di come cambia il contesto per raggiungere i risultati preposti. Quesa è la differenza tra Raffles Milano e il resto del sistema formativo: siamo una scuola che si basa su una metodologia strategica dell’insegnamento e della formazione, le altre si basano su dati programmatici ereditati dal passato“.

TRE CORSI TRIENNALI, OTTO MASTER E UNA FACULTY DI ECCELLENZA

L’offerta formativa dell’Istituto Moda e Design Raffles Milano prevede tre Corsi Triennali e otto Master, sviluppati insieme a una faculty d’eccellenza. Nei Corsi Triennali gli studenti imparano facendo, con la massima connessione fra teoria e pratica, fra idea ed esecuzione. Nei Master gli studenti incontrano in aula le più importanti aziende protagoniste del mercato e hanno la possibilità di lavorare al loro fianco. Ai blocchi di partenza ci sono i Corsi Triennali di Fashion design, Product design, Visual design e i Master di Advertising, Architettura, Fashion menswear, Fashion womenswear, Fotografia, Product design, Visual design, Visual merchandising.

Un’offerta formativa innovativa che vedrà coinvolti nomi di spicco della scena internazionale dello stile e del design – da Gianpietro Vigorelli a Marc Sadler fino a Massimiliano Giornetti e Denis Curti – e importanti aziende leader di mercato nel loro settore. Negli anni il Gruppo Raffles ha infatti lavorato con, tra gli altri: Adidas, Cartier, Chanel, Giorgio Armani, Ikea, Louis Vuitton, Max Mara, Michael Kors, Yves Saint Laurent.

“Il futuro della moda italiana – secondo Mario Boselli, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana – è legato alla possibilità di avere una nuova generazione di giovani creativi, cittadini del mondo. Ritengo che il progetto formativo di Raffles Milano possa costituire un importante contributo per raggiungere questo obiettivo” . E ha aggiunto il cavaliere: ” Non serve andare all’estero, a Milano ci sono le migliori scuole”.

La sede di Raffles Milano sarà in via Felice Casati 16, nel cuore pulsante della città: un edificio di oltre 3.000 mq su più livelli, completamente rinnovato, dove gli studenti potranno vivere una scuola senza confini fissi e strutturati, senza rigidità per favorire lo scambio, il pensiero, la creatività ,grazie a un approccio che spinge lo studente a misurarsi liberamente con la materia, i docenti e i colleghi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»