Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Assange arrestato a Londra, Wikileaks: “Resistere a Trump”

Il fondatore di Wikileaks è stato arrestato nella sede dell'ambasciata dell'Ecuador: è stato trascinato fuori di peso da agenti inglesi dopo la revoca dell'asilo politico da parte dell'Ecuador
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il fondatore di Wikileaks Julian Assange è stato arrestato oggi a Londra: l’arresto è avvenuto all’interno dell’ambasciata dell’Ecuador, dopo che il presidente ecuadoreno Lenin Moreno aveva revocato l’asilo politico concesso da Quito al fondatore di Wikileaks sette anni fa. Assange viveva in Ecuador dal 2012 per evitare di essere estradato negli Usa. Stamattina, sette agenti in borghese di Scotland Yard lo hanno sollevato e portato via di peso dalla sede dell’ambasciata.

L’intervento delle forze dell’ordine e il trasferimento di Assange nella stazione centrale della polizia londinese sono stati filmati e rilanciati in un video pubblicato sempre da Wikileaks.

Wikileaks: “Opporsi a Trump”

“La Gran Bretagna deve opporsi a questo tentativo dell’amministrazione Trump”: è il messaggio pubblicato sui profili social di Wikileaks dopo l’arresto avvenuto oggi del fondatore della piattaforma. 

 

(Il video è stato pubblicato dal profilo Twitter di Wikileaks)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»