Fontana: “Bassa natalità è emergenza nazionale, in prossima manovra risorse per asili”

Per Fontana servono “specifiche azioni per promuovere la diffusione dei nidi gestiti dalle assistenti materne (le cosiddette tagesmutter)"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Un impatto significativo a sostegno della genitorialità potrà derivare anche dall’introduzione di forme di decontribuzione a favore dei datori di lavoro finalizzate a promuovere la fruizione dei congedi delle madri, nonché a ridurre la pressione contributiva anche nei casi di assunzioni sostitutive di lavoratrici in congedo di maternità, mentre una funzione essenziale potrà essere svolta dall’estensione del periodo del congedo di paternità anche per i dipendenti nella pubblica amministrazione”. Lo sottolinea il ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana in audizione in Senato in commissioni Affari costituzionali e Lavoro, osservando che c’è poi “l’esigenza di individuare, già a partire dalla prossima manovra di bilancio, adeguate risorse finanziarie da destinare al conseguimento dell’obiettivo di copertura su tutto il territorio nazionale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia definito dalla Strategia di Lisbona”.

Per Fontana servono “specifiche azioni per promuovere la diffusione dei nidi gestiti dalle assistenti materne (le cosiddette tagesmutter). Specifiche iniziative di conciliazione dovranno essere assunte- continua il ministro- in favore delle madri lavoratrici autonome, sia mediante la reintroduzione della facoltà di utilizzo di c.d. voucher baby-sitting, sia mediante misure dirette ad armonizzare gli istituti di tutela della maternità per le lavoratrici professioniste e le altre lavoratrici autonome”.

Ulteriori iniziative sono annunciate per “potenziare le attività dei Consultori familiari e dei Centri per la famiglia, luoghi privilegiati per il sostegno alla maternità, alla paternità”. Infine, riguardo al problema dell’accesso alla casa “oltre al potenziamento del Fondo di garanzia per l’accesso ai mutui prima casa, per il quale il Governo nel Decreto Crescita ha stanziato 200 milioni di euro aggiuntivi, è necessario attivare un più ampio piano di rilancio e recupero dell’edilizia residenziale pubblica finalizzato a contrastare il disagio abitativo”.

FONTANA: IN ARRIVO UNICO SUSSIDIO E REVISIONE IRPEF E DETRAZIONI

Dopo gli interventi inseriti in manovra il governo “nell’ambito di una mozione parlamentare di maggioranza che discuteremo oggi alla Camera, si è dato un obiettivo ambizioso, quello di predisporre un progetto di riforma organica del welfare familiare, finalizzato a razionalizzare i diversi istituti vigenti a sostegno della natalità e della genitorialità, con l’obiettivo di pervenire ad un sistema organico più semplice e coordinato delle diverse misure”. Fontana annuncia anche che in questo “complessivo intervento di riordino un aspetto strategico è costituito dalla definizione di un unico beneficio di natura monetaria destinato alle famiglie con prole, finalizzato ad assorbire la complessa varietà dei diversi assegni oggi esistenti”.

Per il ministro “l’intervento sul lato dei sussidi monetari dovrà essere affiancato anche da una revisione del sistema di tassazione, ossia da una rimodulazione dell’Irpef e, in particolare, del sistema di esenzioni, detrazioni e deduzioni dirette al sostegno delle spese familiari, al fine di ridurre l’intensità del prelievo fiscale in favore delle famiglie, segnatamente per quelle numerose e con figli in condizioni di disabilità”. Inoltre l’esecutivo intende “introdurre specifiche detrazioni per il costo del lavoro domestico di baby sitter e per le spese destinate al novero dei prodotti per la prima infanzia, a partire dalle spese per i pannolini e gli altri accessori necessari al bambino nelle sue prime fasi di vita”.

DISABILITÀ, FONTANA: IN ARRIVO TESSERA UNICA E RIORDINO NORMATIVA

In tema di disabilità “è stata avviata la procedura per l’attivazione e diffusione in Italia della Disability card, tessera unica per le persone con disabilità che permetterà, in condizioni di reciprocità con gli altri Stati membri, l’accesso a una serie di servizi e prestazioni anche su tutto il territorio europeo”. Il governo ha poi “impostato un progetto di riforma di più ampio respiro” grazie ad “un disegno di legge delega, collegato alla manovra di finanza pubblica, che mira a riordinare tutta la disciplina per la tutela e la promozione dei diritti delle persone con disabilità” per superare “la frammentazione normativa esistente”.

Fontana sottolinea poi l’intenzione di “proseguire nell’incremento delle risorse destinate alla promozione dei diritti delle persone con disabilità. In particolare- dice- ritengo necessario potenziare ancora la dotazione del Fondo FNA, anche mediante il ricorso a interventi selettivi di contrasto agli abusi nella fruizione dei benefici. Parimenti, vanno rafforzati gli strumenti volti all’inclusione lavorativa” e infine bisogna “rafforzare gli interventi di assistenza sanitaria domiciliare e proseguire con le attività di promozione dell’inclusione scolastica e universitaria, anche mediante la previsione di nuove opportunità di formazione a distanza”.

DROGA, FONTANA: CONTRASTO PRIOPRITÀ, ATTENZIONE A PIÙ GIOVANI E SOCIAL

“Il rilancio dell’azione di prevenzione e contrasto al consumo di stupefacenti rappresenta una delle priorità del governo”. Lo sottolinea il ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana in audizione in commissioni Affari costituzionali e Lavoro del Senato, osservando che “con la legge di bilancio abbiamo istituito il Fondo per la prevenzione della dipendenza da stupefacenti, con la dotazione di 7 milioni”. Per Fontana poi bisogna “puntare su strategie di prevenzione sempre più precoci”. Inoltre serve “un’implementazione del monitoraggio della rete web, del dark web, dei social network, anche con l’utilizzo di programmi informatici avanzati”. Infine per la prevenzione dell’incidentalità stradale “alcool-droga correlata si intende proseguire nell’azione di prevenzione e deterrenza degli incidenti stradali con un sensibile incremento numerico dei controlli effettuati, avvalendosi anche di avanzate tecnologie di rilevamento dei dati”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»